HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 5/2013 ottobre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
5/2013 ottobre | pagina 2

Meno sigarette, meno infarti in Ticino
Dall'entrata in vigore del divieto di fumo nei locali pubblici in Ticino, il numero di infarti gravi al miocardio è diminuito in media del 20,9%.

Nei primi tre anni dopo l'introduzione del divieto di fumare nei locali pubblici, nel 2007, in Ticino i casi gravi di infarto sono diminuiti di un quinto rispetto ai tre anni precedenti.

Nel cantone messo a confronto, Basilea Città, dove nel 2010 non era ancora in vigore alcun divieto di fumo, il numero di infarti è rimasto uguale.

È quanto afferma una ricerca condotta dall'équipe di Marcello Di Valentino dell'Ospedale San Giovanni di Bellinzona, illustrata al congresso di cardiologia tenutosi ad Amsterdam nei primi giorni di settembre.
Lo studio attribuisce alle norme a tutela dei non fumatori il regresso di questa patologia in Ticino. Dall'analisi risulta che sono soprattutto le donne sopra i 65 anni ad averne tratto i maggiori benefici.
Questi risultati coincidono con quelli rilevati in altri paesi.

Arianna Bersani

www.tiny.cc/divieto-fumo
www.tiny.cc/divieto-fumo

Impressum Design by VirtusWeb