HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 5/2013 ottobre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
5/2013 ottobre | pagina 20

Via il dolore con gli aghi
Artrosi e mali cronici se ne vanno con l'agopuntura

Sempre più ricerche confermano l'aiuto dell'agopuntura nella cura dei dolori cronici. Anche i medici più critici la stanno rivalutando.

Tra gli specialisti, l'efficacia dell'agopuntura è controversa perché non la si può spiegare scientificamente.

Un importante studio comparativo pubblicato sulla rivista Archive of Internal Medicine ora rilancia questa terapia. Un gruppo internazionale di ricerca ha valutato 29 studi al fine di rilevarne l'efficacia contro i dolori cronici, giungendo alla seguente conclusione: l'agopuntura serve nei casi di artrosi nonché per combattere dolori a schiena, nuca, testa e spalle.

Tutte le ricerche considerate si basavano su pazienti che soffrivano di dolori da oltre quattro settimane. Inoltre, a un gruppo veniva praticata una vera agopuntura, mentre a un altro di confronto ne veniva applicata una simulata.

«Nell'agopuntura fittizia gli aghi sono posizionati accanto ai punti corretti della vera agopuntura», spiega Johannes Fleckenstein, direttore del settore dedicato alla medicina cinese e all'agopuntura dell'Università di Berna. In tal modo, i ricercatori possono scoprire se il miglioramento dei dolori subentra unicamente a causa della percezione del paziente.

Aiuta molto chi ha dolori all'apparato locomotorio
Secondo i ricercatori, la vera agopuntura è più efficace dei falsi trattamenti. Anche la rivista specialistica Infomed vede una rivalutazione in favore dell'agopuntura nei risultati dello studio: ora si è trasformata in una terapia valida anche per i medici che hanno un atteggiamento critico nei confronti della medicina complementare.

Per Fleckenstein non ci sono dubbi: «L'agopuntura è promettente soprattutto per i pazienti con dolori legati all'apparato locomotorio».

Questo trattamento è uno dei più conosciuti della medicina cinese. Con aghi sottilissimi, i terapisti stimolano punti specifici posti lungo le linee energetiche, i cosiddetti meridiani. Questo dovrebbe aiutare i pazienti a mettere in moto le loro forze di autoguarigione.

«Si tratta di una rete energetica di canali che non influenza solo i punti dell'agopuntura, ma anche gli organi interni», spiega Peter Schertenleib, medico e agopunturista di Berna. Con una diagnosi fatta in base al polso e alla lingua, i terapisti ottengono indizi anche per riconoscere una malattia.

L'agopuntura non è solo utile, ma, al contrario di molti farmaci, non ha praticamente effetti collaterali. La ricerca di un terapista adeguato è però difficile. Questa cura dovrebbe essere praticata da una persona specializzata, esperta e con una buona formazione, come consiglia Infomed.

Spesso si va sul sicuro quando ci si rivolge a un medico con una formazione complementare. Gli indirizzi si trovano presso l'Associazione delle società mediche svizzere di agopuntura e di medicina cinese. I trattamenti dei medici possono essere rimborsati dall'assicurazione di base della cassa malati. Per altri terapisti è necessaria una complementare.

nz, Gesundheitstipp
Vichi Masella

www.tiny.cc/agopuntura
www.tiny.cc/agopuntura

Impressum Design by VirtusWeb