HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 5/2013 ottobre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
5/2013 ottobre | pagina 21

Antibiotici contro il mal di schiena
Alcuni tipi di mal di schiena possono essere curati con antibiotici. Lo dice una ricerca.

Uno studio condotto all'Università di Odense (Danimarca) ha fatto scalpore: i ricercatori hanno trattato con successo i mal di schiena cronici con antibiotici.

I 162 partecipanti avevano un danno ai dischi intervertebrali e nel loro midollo spinale si era accumulata acqua. Già in studi precedenti i ricercatori avevano rilevato batteri di per sé innocui nei dischi intervertebrali operati, che di solito si trovano sulla pelle e nelle mucose della bocca.

Gli scienziati hanno somministrato antibiotici per 100 giorni a un gruppo di malati, mentre a un altro hanno dato placebo. Ebbene, gli antibiotici hanno avuto effetto su un terzo dei pazienti. Il mal di schiena è molto diminuito già dopo sei-otto settimane e gli edemi nel midollo spinale si sono in parte assorbiti. Nel gruppo che non aveva assunto antibiotici non è invece cambiato nulla.

«I risultati sono promettenti», scrive il British Medical Journal. Ma per poter trarre conclusioni sulla terapia sarebbero necessari ulteriori studi.

Lorin Benneker del Centro per la colonna vertebrale dell'Inselspital di Berna concorda: «Non sarebbe corretto cominciare a somministrare antibiotici per tutti i mal di schiena». Probabilmente, farebbero più male che bene.
Questo studio, come altri, dimostra che alcuni mal di schiena sono causati o peggiorati da un'infezione da batteri cutanei nei dischi intervertebrali. Ma «non tutti i mal di schiena sono causati da un'infezione», specifica Benneker.

Per lo meno, i risultati fanno sperare che gli antibiotici possano aiutare i pazienti con dolori cronici quando tutte le altre terapie hanno fallito.

Si sa che i batteri possono causare infezioni dei dischi intervertebrali. Secondo Benneker, succede soprattutto ai pazienti con un sistema immunitario indebolito e dischi danneggiati. Diabetici e tossicodipendenti sarebbero i più colpiti. Tra di loro, i responsabili delle infezioni sarebbero però altri batteri. In questi casi, l'utilità degli antibiotici sarebbe incontestata.

Brigitte Jeckelmann, Gesundheitstipp
Vichi Masella

Impressum Design by VirtusWeb