HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 5/2013 ottobre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
5/2013 ottobre | pagina 30

Un immigrato deve avere la cassa malati?
«La mia compagna si è trasferita da me quattro mesi fa. Siccome è ancora assicurata in Inghilterra, non ha stipulato un'assicurazione di base in Svizzera. Rischia qualcosa?».

Sì, di non avere una copertura assicurativa in caso di malattia.

Secondo la legge, ogni immigrato con domicilio in Svizzera deve stipulare un'assicurazione di base entro tre mesi dal suo arrivo.

Se si rispetta questa scadenza, la copertura ha effetto retroattivo. Se non lo si fa, si sarà assicurati solo al momento dell'affiliazione alla cassa malati.

La sua compagna dovrà inoltre pagare un costoso supplemento sui premi. In più, alla scadenza del termine, le autorità possono imporle l'adesione a una cassa malati qualsiasi, togliendole la libertà di sceglierla da sé.


Che dati contiene la tessera di assicurato?

«La mia tessera della cassa malati ha la banda magnetica. Quali dati contiene?».

Sulla tessera possono essere salvati elettronicamente l'indirizzo e le indicazioni sulle prestazioni assicurate. Per la base è indicato il modello specifico, ad esempio medico di famiglia o Hmo; per le assicurazioni complementari i costi coperti.

Con il consenso degli assicurati, medici e altri fornitori di prestazioni possono salvare sulla tessera anche più informazioni, ad esempio il gruppo sanguigno, le vaccinazioni o le malattie in corso.

Queste informazioni possono però essere consultate da medici e terapisti solo previo accordo del paziente. Per garantire che questi dati non siano consultati abusivamente, è possibile proteggerli con un codice pin personale.

www.tiny.cc/tessera


Posso rifiutarmi di utilizzare la sega difettosa?

«Devo lavorare con una sega circolare difettosa e ho paura di ferirmi seriamente. Posso rifiutarmi di utilizzarla?».

Sì. Il datore di lavoro deve tutelare la salute dei suoi dipendenti. Deve quindi riparare immediatamente i macchinari difettosi o per lo meno non farli utilizzare.

Chieda quindi un macchinario in sostituzione di quello non funzionante. Se il suo datore di lavoro non dovesse mostrarsi comprensivo, può rifiutarsi di svolgere il lavoro.


In maternità dopo la malattia: indennità ridotta?

«In gravidanza sono stata due mesi in malattia. Durante questo periodo ho percepito le indennità giornaliere di malattia pari all'80% del mio salario. La mia indennità di maternità subirà una riduzione?».

No, perché si basa sul salario e non sulle indennità di malattia.

Ha quindi diritto all'80% del salario percepito negli ultimi 12 mesi prima del parto, ma al massimo fr. 196.- al giorno.


Devo pagare i vecchi premi?

«Sono pensionato da sette anni e di recente ho subito un infortunio. La cassa malati mi ha comunicato che non ho l'assicurazione infortuni e pretende che paghi i premi retroattivamente. Può chiedermi una cosa del genere?».

Sì. Chi non è impiegato per almeno otto ore alla settimana in un'azienda è assicurato per gli infortuni dalla cassa malati. Questo vale ad esempio per le casalinghe, gli studenti e i pensionati.

In caso di infortunio, la cassa malati deve rispondere dei costi per le cure anche se l'assicurato ha dimenticato questa copertura.

I premi sono dovuti con effetto retroattivo per un massimo di cinque anni.

www.tiny.cc/tessera

Impressum Design by VirtusWeb