HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 1/2014 febbraio

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
1/2014 febbraio | pagina 4

Cicoria amica della linea
L'indivia favorisce la digestione e può aiutare a dimagrire

Vitamine, potassio, calcio e carotene: grazie ai suoi molteplici componenti, la cicoria belga è una verdura molto sana. In cucina può essere utilizzata per gustosissimi piatti.

Molti anni fa, un giardiniere belga trovò in una cantina una radice di cicoria dimenticata che, nel buio, aveva sviluppato nuovi germogli. Questi erano pallidi, ma avevano un gusto meno amaro rispetto alla pianta madre. Ora è diventata un'apprezzata insalata invernale.

Poco importa se mangiata sotto forma di croccante insalata oppure se cotta al vapore: l'indivia arricchisce la nostra cucina, soprattutto durante la stagione più fredda. Si tratta infatti di un ortaggio invernale, anche se è vero che i suoi germogli si possono piantare durante tutto l'anno. Infatti, continua a crescere anche quando pochi altri tipi di insalata si trovano già sugli scaffali dei supermercati.

Grazie ai suoi numerosi componenti, la cicoria belga è una verdura molto sana. Contiene le vitamine C, B1 e B2 nonché potassio e calcio. Anche il carotene è presente in grandi quantità. Contiene inoltre solo poche calorie. «È una verdura particolarmente indicata per diabetici e persone in sovrappeso», sostiene Maria Imfeld, consulente alimentare di Zurigo.

Utile anche contro dolori e infiammazioni
La cicoria belga è interessante anche per la presenza di intibina, una sostanza amara che gli scienziati da poco chiamano anche lattucopicrina.

Recenti analisi di laboratorio indicano che questa sostanza potrebbe agire contro dolori e infiammazioni. Proprio per questo motivo è contenuta in vari prodotti cosmetici antietà. Tra l'altro, pare che questa sostanza amara favorisca la digestione e aiuti a dimagrire.

Lo conferma anche l'Associazione svizzera per l'alimentazione, che menziona l'indivia tra le fonti importanti di fibre alimentari solubili. Queste abbassano il colesterolo nel sangue e rallentano così l'assimilazione di carboidrati e grassi nel corpo umano.

La cicoria bianca è tenera, ma si caratterizza anche per la sua nota aspra e amara. Quella rossa ha invece un gusto più delicato, ma saporito.

Con la cicoria belga si può ad esempio preparare in poco tempo un'insalata invernale dolce aggiungendo arance o mandarini, pezzetti di banana e noci. Un altro classico è la belga avvolta nel prosciutto, servita solitamente con una cremosa salsa al formaggio. Questa insalata si presta però anche come contorno o antipasto di piatti invernali sostanziosi.

Chi non gradisce il suo gusto amaro può immergere le foglie in acqua tiepida e salata prima di utilizzarle, oppure eliminare la parte centrale.

Al momento dell'acquisto è importante scegliere un'indivia che abbia cime ben sode e dal colore giallo chiaro. Se le punte sono verdognole, il gusto sarà più aspro. Avvolgetele in carta da cucina umida e conservatele nel frigorifero. Così facendo, resteranno fresche per circa una settimana.

nz, Gesundheitstipp
Martina Wallimann

Impressum Design by VirtusWeb