HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 2/2014 aprile

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
2/2014 aprile | pagina 2

Incidenti musicali
Ascoltare musica mentre si scia può causare incidenti. Malgrado il pericolo, in commercio esistono caschi con cuffie integrate.

Sulle piste da sci s'incontrano sempre più persone che ascoltano musica. «Questo causa distrazione e aumenta il rischio di incidenti sulle piste», avverte Monique Walter dell'Ufficio per la prevenzione degli infortuni. Si rischia tra l'altro di non sentire gli altri sciatori, correndo così il pericolo di collisioni.

Lo sanno anche i rivenditori. Peter Bruggmann, presidente dell'associazione settoriale svizzera del commercio di articoli sportivi afferma: «Si è meno concentrati e spesso non si riesce a reagire con la necessaria prontezza».

Ciò nonostante, sul mercato ci sono caschi da sci con cuffie integrate. «Sappiamo che ascoltare musica può essere pericoloso», ammette Phil Walser di Giro Svizzera. Il sistema musicale non sarebbe direttamente integrato, ma può essere acquistato quale accessorio separato e essere inserito nel casco. Negli ultimi anni, però, i rivenditori di articoli sportivi l'avrebbero ordinato sempre più raramente perché le persone usano già le loro cuffie auricolari.



Il brutto giorno si fuma al mattino

Più presto al mattino i fumatori accendono la prima sigaretta, più è alto il rischio di cancro ai polmoni. Lo dimostra uno studio dell'Università di Nagoya su 3 mila partecipanti.

L'effetto era indipendente dal numero di sigarette fumate giornalmente dai partecipanti. Gli autori ipotizzano che chi ha bisogno di una botta di nicotina alla mattina presto fuma in modo più intenso e aspira più fumo dannoso.



I farmaci delle carenze

I farmaci contro l'acidità di stomaco quali Nexium o Antramups possono causare una carenza di vitamina B 12. Se non curata, questa può provocare anemia e danni neurologici. Il rischio è stato constatato dai ricercatori di una cassa malati statunitense, valutando i dati di 200 mila assicurati.



La stanchezza non ha età

Gli anziani sono spesso meno stanchi dei giovani. Lo hanno constatato i ricercatori della London School of Economics valutando un'indagine su 13 mila partecipanti. La differenza era indipendente dalla quantità del loro sonno e dal loro stato di salute.

Per Heike Bischoff, direttrice della clinica per la medicina geriatrica presso l'Ospedale universitario di Zurigo, ciò è plausibile: «La stanchezza è un valore soggettivo».


Impressum Design by VirtusWeb