HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 3/2014 giugno

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
3/2014 giugno | pagina 8

L'essenza del benessere
Per curare svariati disturbi ci si può affidare agli oli eterici

Gli oli essenziali agiscono sul corpo e la mente. Sono usati anche in sala parto e sui pazienti con problemi di demenza.

Da diversi anni le levatrici della sala da parto del Bürgerspital di Soletta puntano sui profumi degli oli eterici. La sua direttrice, Kathrin Stettler, è un'esperta di queste sostanze. Gli oli profumati aiutano le donne con difficoltà durante la gravidanza, ma anche durante il parto e nella fase puerperale.

«Le donne traggono particolare beneficio da lavanda, verbena, camomilla romana, rosa e ylang ylang», dice Stettler. I profumi di queste piante sono tranquillizzanti. Spesso, infatti, le donne che partoriscono, soprattutto se il travaglio si protrae per ore, sono tese e impaurite.

Gli oli essenziali sono usati secondo un preciso concetto e seguendo scrupolosamente le prescrizioni, come dice Stettler, perché «se l'olio non è adatto al tipo di disturbo potrebbe avere l'effetto opposto». Ad esempio quello di cannella, che può rafforzare le contrazioni premature delle donne incinte.

Hanno un posto fisso anche nella cura di persone sofferenti di demenza. Nella clinica Sonnweid di Wetzikon (Zurigo), la direttrice sostituta delle cure Bernarda Stocker non vi rinuncerebbe mai: «Per i nostri ospiti scegliamo determinati profumi e li applichiamo diluiti, ad esempio come oli per il corpo».

Le cliniche psichiatriche universitarie di Basilea usano oli essenziali con i pazienti già da 17 anni. «Nella psichiatria si tratta soprattutto di permettere ai pazienti di reimparare continuamente a percepirsi», afferma Regula Rudolf von Rohr, assistente psichiatrica professionale e aromaterapeuta. Lo scopo è raggiunto quando i malati si accorgono che possono fare del bene a loro stessi.

I germi muoiono o crescono meno
Anche la scienza studia gli effetti dei profumi su corpo e mente. Ad esempio, è ben dimostrato che lavanda, melissa e camomilla sono tranquillizzanti. Il rosmarino è piuttosto stimolante, mentre eucalipto, canfora e timo agiscono sulle vie respiratorie. Gli oli essenziali contengono inoltre molte sostanze che uccidono i germi o ne inibiscono la crescita.

«Il corpo assume le essenze attraverso il naso e la pelle», spiega Beat Meier, professore di fitofarmacia alla scuola superiore delle scienze applicate di Wädenswil (Zurigo). L'effetto degli oli eterici può essere constatato da sé con facilità. «Se sono raffreddato e mi applico una crema con olio di canfora, eucalipto o menta, oppure inalo queste essenze, provo sollievo», dice. L'olio della menta è efficace anche in caso di nausea e vomito.

Lo dimostra una ricerca del 2012 della Cochrane Collaboration. In un recente studio dell'Università egiziana di Mansoura, gli specialisti hanno dimostrato che gli oli essenziali di cannella, garofano, rosa e lavanda alleviano i disturbi mestruali.

La professionista Barbara Bernath-Frei istruisce sull'uso degli oli essenziali medici e personale di cura in ospedali, case anziani e altri istituti (vedi riquadro a pagina 8). «Molti non sanno che si possono aggiungere in un diffusore anche solo 2-3 gocce di olio essenziale». Se se ne mette di più, il profumo diventa troppo intenso e può causare mal di testa. Inoltre, nella ciotola deve sempre esserci acqua a sufficienza, che però non deve bollire. Motivo: se l'olio brucia, si possono formare sostanze velenose.


Consigli

Sei gocce per un pediluvio

- Bagno profumato
Lasciate prima che la vasca si riempia, poi mescolate in un bicchiere 10 gocce di olio essenziale e 0,5 decilitri di panna intera e versate la miscela nell’acqua.

- Pediluvio
Aggiungete da uno a vari cucchiai di sale marino grosso e al massimo 6 gocce di olio essenziale in una bacinella di acqua calda. Sedetevi comodamente, i piedi nella catinella, e godetevi il pediluvio della durata che preferite.

- Olio per il corpo
Aggiungete 1-2 gocce di olio essenziale a 1 decilitro di olio pressato a freddo, ad esempio di girasole, oliva, mandorle o jojoba. Meglio acquistare oli eterici biologici.

Brigitte Jeckelmann, Gesundheitstipp
Silvia Mossi



Una pianta anti fobie

La lavanda aiuta chi soffre di determinati problemi psichici.

In caso di disturbi ossessivi, i preparati a base di olio di lavanda aiutano quanto gli psicofarmaci. Lo hanno scoperto i ricercatori dell'Università di Vienna dopo aver esaminato più di 500 pazienti con disturbi fobici, tensione e problemi del sonno.

Risultato: l'olio di lavanda ha dimezzato i sintomi, presentando quindi la stessa efficacia degli psicofarmaci. Tra i pazienti cui era stato somministrato un placebo, i sintomi sono migliorati in appena un caso su quattro.


Impressum Design by VirtusWeb