HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 3/2014 giugno

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
3/2014 giugno | pagina 11

Risparmiare energia a danno della salute
Le autorità non concordano sui gradi ideali per la caldaia

Abbassare la temperatura del boiler fa risparmiare soldi, ma fa anche proliferare i batteri della legionellosi.

Nel suo opuscolo "Risparmiare energia tutti i giorni" Svizzeraenergia scrive: «La temperatura del boiler va impostata al massimo a 55 gradi centigradi. Ciò consente non solo di risparmiare energia ma anche di ridurre i depositi calcarei». Svizzeraenergia è una piattaforma internet dell'Ufficio federale dell'energia.

Se la temperatura del boiler è troppo bassa, però, si possono moltiplicare le legionelle. Questi batteri causano la legionellosi, una malattia che provoca polmoniti che, nel caso peggiore, possono avere un esito letale.

Le legionelle si trovano particolarmente a loro agio a temperature tra i 25 e i 55 gradi. L'Ufficio federale della sanità pubblica consiglia di non far scendere la temperatura della caldaia al di sotto di 60 gradi.
Per andare sul sicuro:

- Non lasciate mai scendere la temperatura del boiler sotto i 60 gradi e non scaldate mai l'acqua fredda sopra i 20.

- Dopo un'assenza prolungata, lasciate correre l'acqua per un po' di tempo al fine di sciacquare bene le tubature. Uscite dall'appartamento durante l'operazione.

Markus Fässler, K-Tipp
Michela Salvi

Impressum Design by VirtusWeb