HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 3/2014 giugno

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
3/2014 giugno | pagina 22

Un cerchio per stare in forma
L'hula hoop mantiene sane le articolazioni e migliora la postura

Molte persone ci giocavano da piccole. Ora l'hula hoop sta tornando di moda e fa bene al corpo e allo spirito. Anche agli adulti.

«Mi diverte tantissimo muovermi con il cerchio seguendo la musica», dice Petra con entusiasmo. Ogni volta che fa girare l'hula hoop attorno al corpo si sente di buon umore perché rivive i bei ricordi dell'infanzia. «Mi tranquillizza, libera la mente e mi mette di buon umore».

Gli esercizi con l'hula hoop non fanno bene solo all'umore, ma anche al corpo. «La rotazione ritmica allena i muscoli di pancia e schiena, stabilizzando l'intero busto», spiega Ingo Froböse, specialista all'Alta scuola dello sport di Colonia. Questo sarebbe importante per mantenere meglio l'equilibrio durante i movimenti quotidiani.

Il fatto che il cerchio giri attorno al corpo avrebbe anche un effetto positivo sulle ossa della colonna vertebrale e sui dischi intervertebrali. Secondo Froböse, soprattutto nella zona lombare le cartilagini subiscono un vero e proprio massaggio. E siccome gli esercizi con il cerchio stimolano l'irroramento sanguigno, i tessuti ricevono più sostanze nutritive. «In questo modo, la colonna vertebrale rimane mobile e le cartilagini restano morbide».

Lo conferma anche Petra, che in passato soffriva di mal di schiena. Oggi, grazie all'hula hoop, ha una migliore postura e i dolori sono più rari.

Tutto il corpo diventa più forte
«L'hula hoop rinforza la muscolatura del pavimento pelvico», aggiunge Niklaus Jud, scienziato dello sport e allenatore di fitness a Berna. Ma non solo: rinvigorisce tutto il corpo perché coinvolge anche braccia e gambe, e mantiene sane pure le articolazioni.

Anche chi è in sovrappeso può iniziare l'allenamento senza problemi. Gli esperti stimano che, in un'ora, si bruciano tra 600 e 800 chilocalorie. Lo dice anche Petra, il cui corpo si è rassodato, soprattutto su vita e braccia.

L'hula hoop è indicato anche per gli anziani. Già solo far ruotare l'attrezzo sui fianchi stimola la coordinazione motoria. «Impedisce o rallenta il decadimento delle cellule cerebrali», afferma Froböse. Non ci sono però ancora studi rilevanti sull'utilità per la salute.
Negli Stati Uniti, l'hula hoop ha avuto una vera e propria rinascita nei centri fitness. Anche la first lady Michelle Obama si tiene in forma in questo modo. In alcuni video in rete la si vede far ruotare sui fianchi un cerchio verde.

Gli hula hoop attuali sono molto diversi dai giocattoli del passato. Sono in materiale sintetico, pesano di più e hanno colori brillanti. I principianti usano di solito cerchi dal peso tra 500 e 600 grammi. Per le persone già pratiche ci sono cerchi più leggeri e sottili, che pesano tra 300 e 400 grammi.
Gli esperti sconsigliano quelli oltre 800 grammi e con la superficie irregolare. In internet se ne trovano di tutti i tipi, mentre i grandi distributori e i negozi di articoli sportivi non ne hanno in assortimento o ne hanno una scelta limitata.

L'esercizio di base per l'allenamento con l'hula hoop consiste nel muoversi in modo da far girare il cerchio sui fianchi senza lasciarlo cadere a terra. Quando ci si è impratichiti abbastanza, lo si può far girare anche attorno a una mano o un braccio teso sopra la testa. Non vi sono limiti alla fantasia.

Brigitte Jeckelmann, Gesundheitstipp
Vichi Masella



Il cuore si sente meglio tra le aiuole

Darsi al giardinaggio o occuparsi di piccoli lavoretti in casa riduce il rischio d'infarto. Lo ha rivelato una ricerca.

Prendersi cura del giardino o dedicarsi al fai-da-te fa bene al cuore. Lo hanno constatato i ricercatori dell'Università svedese Karolinska in uno studio su più di 4 mila persone anziane.

Su un lasso di tempo di 12 anni si è dimostrato che chi tagliava regolarmente l'erba o svolgeva piccole riparazioni all'automobile o in casa aveva un rischio ridotto di subire un infarto cardiaco o un ictus.

Queste attività hanno avuto lo stesso effetto di una pratica sportiva regolare: entrambe hanno ridotto la mortalità di un terzo, come scrivono Elin Ekblom e colleghi sul British Journal of Sports Medicine.

Walter O. Frey, medico sportivo e direttore del centro Balgrist Movemed a Zurigo concorda: «In particolare per le persone che non amano lo sport è importante bruciare calorie in altro modo». Bisognerebbe però muoversi quotidianamente e anche quando il tempo è brutto.

Frey sconsiglia di acquistare apparecchi quali tagliasiepi elettriche o tagliaerba a benzina ai giardinieri amatoriali: «Altrimenti per il lavoro in giardino non servono più molte calorie».

Impressum Design by VirtusWeb