HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 4/2014 luglio

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
4/2014 luglio | pagina 2

Così i soldi non volano via
Il pagamento anticipato di un viaggio dovrebbe essere effettuato solo nelle agenzie che assicurano i soldi dei clienti.

Se dovete anticipare il costo delle vostre vacanze fareste bene a scegliere un'agenzia viaggi che assicura i soldi dei clienti. Infatti, sebbene la legge lo preveda, non tutte lo fanno; gli organizzatori e le agenzie viaggi devono garantire il risarcimento degli importi anticipati dai clienti per i casi di insolvenza o fallimento, ma questa regola vale solo per i pacchetti viaggio.

Tuttavia, alcune agenzie viaggi assicurano anche prestazioni singole, ad esempio la riservazione di voli. Queste sono associate a Swiss travel security (Sts), all'associazione Star o alla garanzia viaggi di Travel professionals association (Tpa).

Presso il Fondo di garanzia del settore viaggi svizzera sono assicurate prestazioni singole, sempre che l'agenzia viaggi e il fornitore ne facciano parte.
Elenco delle agenzie viaggi:

- Star.ch → agences de voyages
- Tpassociation.ch → Où puis-je réserver ? → Les membres Tpa
- Garantiefonds.ch → Entreprises afiliées au Fonds.



Mete obbligate: no grazie!

Affiliarsi a un club di timesharing può far perdere molto soldi. Il consiglio è di starne alla larga.

Vecchio problema, nuove vittime: gli aggressivi venditori di timesharing mettono attualmente a rischio la sicurezza soprattutto di alcuni hotel nella Repubblica Dominicana.

Con una scusa (regalo, gioco a premi) appioppano ai turisti un diritto di abitazione che li lega per decenni alla stessa meta vacanziera. In questo modo, molte vittime si giocano migliaia di franchi. La vecchia Allegro Vacation Club ora si chiama Occidental Vacation Club. L'ombudsman del settore viaggi svizzero dice: «Giù le mani da queste proposte!». I suoi metodi sarebbero infatti aggressivi.
I consigli:

- Evitate i venditori di timesharing: ci sono troppe pecore nere. Invece di timesharing parlano spesso di affiliazione al club, di azioni d'abitazione o di nuova idea per le vacanze.

- Non firmate alcun documento. Non date assolutamente un anticipo e non consegnate documenti identificativi.

- Avete pagato un anticipo e volete ritirarvi? Inoltrate una disdetta scritta e ignorate le diffide. L'anticipo, in tal caso, sarà però perso.



Noleggio senza franchigia

Chi noleggia un'auto all'estero può evitare di pagare la franchigia in caso di danni alla carrozzeria.

Nelle tariffe per il noleggio di un'automobile all'estero in genere è compresa anche un'assicurazione casco totale. A dipendenza dal tipo di danno e del veicolo, la partecipazione imposta da quest'assicurazione può costare anche diverse migliaia di franchi.

È possibile escluderla, ma presso molti autonoleggi farlo costa molto. Esempio: per una Vw Golf in Australia, Europcar fa pagare questa esclusione ben fr. 32.- al giorno.

La protezione dalla franchigia è offerta ad esempio anche dall'assicurazione viaggi Europea (Erv). Con questa, l'esclusione dalla partecipazione per la Golf in Australia costa solo fr. 9.- per ogni giorno di noleggio.

Questa garanzia può essere stipulata presso Erv anche se non si hanno altre coperture con la compagnia. La copertura della partecipazione è compresa anche nelle assicurazioni viaggi Acs Premium e Allianz Secure Trip Plus. Qui, però, bisogna acquistare l'intero pacchetto.

Attenzione: la copertura della partecipazione presso Allianz e Erv è limitata a 10 mila franchi, Acs invece ne paga solo 3 mila.



Costose e inutili vitamine

I prodotti Juice Plus sono criticati. Le costose pastiglie vitaminiche non convincono del tutto.

Secondo il sito internet dei prodotti Juice Plus, questi preparati a base di polvere concentrata di frutta e verdura «migliorano la qualità della nostra vita». Al prezzo di 75 franchi a razione mensile, questi preparati vitaminici sono però assai cari.

L'esperto in medicina preventiva David Fäh dell'Università di Zurigo non trova indizi che possano dimostrare come i prodotti Juice Plus abbiano un'efficacia migliore delle pastiglie a base di vitamine industriali. Tra l'altro, «per gli adulti senza sintomi di carenze vitaminiche sono entrambi inutili», aggiunge Fäh.

La ditta distributrice, Nsa Europe di Basilea, ha comunicato alla rivista per i consumatori K-Tipp che l'utilità delle sue capsule sarebbe dimostrata da studi scientifici.






Impressum Design by VirtusWeb