HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 4/2014 agosto

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
4/2014 agosto | pagina 2

E-sigarette: vapori nocivi
Le sigarette elettroniche non sono sicure. Contengono infatti sostanze pericolose e le indicazioni sulla nicotina non sono affidabili.

La pubblicità dice che le sigarette elettroniche dovrebbero aiutare a smettere di fumare.

Nell'evaporazione del liquido aromatizzato si liberano però nell'aria sostanze pericolose quali formaldeide e acetaldeide. Lo dimostra un test di laboratorio della trasmissione Kassensturz su dieci sigarette elettroniche. «Sono composti che conosciamo dal fumo del tabacco, dove possono contribuire all'effetto cancerogeno delle sigarette», commenta un tossicologo dell'Università di Zurigo.

Malgrado ciò, le e-sigarette, che non rilasciano catrame né monossido di carbonio, non sono neanche lontanamente dannose come quelle convenzionali: i valori di formaldeide di una sigaretta di tabacco sono fino a 60 volte più elevati.

Sul numero di agosto 2013, Scelgo io aveva messo in guardia dalle sigarette elettroniche per un altro motivo: il Centro di ricerca oncologica di Heidelberg aveva infatti constatato che la quantità di nicotina spesso è dichiarata in modo errato. I rischi vanno dal sovradosaggio ai sintomi d'avvelenamento.



Bucato: dosaggio impreciso

I coperchi dei detersivi per il bucato non indicano la dose esatta che serve per lavare.

Le indicazioni di dosaggio sono utili perché troppo detersivo liquido o in polvere non rende il bucato più pulito. Inoltre si paga di più e si inquina l'ambiente inutilmente. Nelle indicazioni, però, i produttori creano un po' di confusione, con la conseguenza che i consumatori tendono a utilizzare troppo detersivo.

Esempio: per la biancheria poco sporca e con una durezza dell'acqua da morbida a media, secondo la confezione di Persil Color Gel servono 53 millilitri di detersivo a bucato. Le tacche di misura sul dosimetro indicano però 50, 66 e 75 millilitri.

Il volume indicato nel coperchio di Perwoll Brilliant Colors è di 110 millilitri, ma per le quantità consigliate di 60, 90, 120 e 150 millilitri serve a poco.

Consiglio: Migros e Coop forniscono dosimetri gratuiti che permettono di misurare le quantità in modo più preciso.



RETTIFICA

Una zecca si elimina con poco (Scelgo io, giugno 2014).

Nello scorso numero di Scelgo io è stato erroneamente riportato che il virus della borreliosi di Lyme non è presente in Ticino. L'agente della borreliosi, però, non è un virus ma un batterio ed è presente in Ticino.

Scelgo io si scusa per l'errore.


Impressum Design by VirtusWeb