HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 4/2014 agosto

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
4/2014 agosto | pagina 28

Sono incinta: posso disdire la palestra?
Diritti e doveri di chi frequenta un centro fitness. Scelgo io risponde ad alcune domande dei lettori

Bisogna pagare la sessione di prova se poi non si stipula un abbonamento?

No, a meno che questo non sia stato esplicitamente detto al cliente prima della prova.

Si può recedere dal contratto entro sette giorni, se non ci si trova bene nella palestra?

No. Con la firma del cliente è stipulato un contratto vincolante che non dà diritto di revoca. A meno che il contratto non lo regoli esplicitamente.

Quali sono le premesse che rendono vincolanti le condizioni generali?

Se sono consegnate al cliente, sono leggibili e non contrarie alla legge. Ad esempio, la palestra non può escludere la responsabilità per negligenza grave.

È valida una clausola che, in mancanza di regolare disdetta, prevede il prolungamento automatico dell'abbonamento?

Sì, però solamente se il contratto lo menziona esplicitamente, ad esempio in grassetto oppure tramite una chiara indicazione accanto allo spazio per la firma.

Altrimenti il contratto termina automaticamente alla fine della durata concordata.

La cassa malati partecipa ai costi dell'abbonamento?

L'assicurazione di base non deve assumersi questi costi.

Se il contratto lo prevede, alcune complementari partecipano ai costi.

La palestra risponde per infortuni durante l'allenamento?

Sì, nel caso in cui gli attrezzi e i locali non fossero in buone condizioni o puliti. Oppure per danni alla salute riconducibili a una carenza di assistenza e istruzioni.

E in caso di furto negli armadietti del guardaroba?

La palestra non risponde se un armadietto con serratura subisce uno scasso.

In caso di lunga malattia o infortunio è possibile disdire il contratto anticipatamente?

Sì. Di fronte a circostanze imprevedibili che rendono impossibile l'uso dell'abbonamento, il cliente può disdire il contratto con effetto immediato.

La disdetta straordinaria può essere inoltrata, ad esempio, in caso di lunga malattia, gravidanza o trasloco al di fuori della regione servita dalla palestra.

Quali condizioni permettono una disdetta anticipata da parte della palestra?

Quando un cliente già diffidato infrange ripetutamente il regolamento della palestra o non rispetta le indicazioni del personale.

Quali diritti hanno i clienti in caso di fallimento della palestra?

Possono dichiarare il loro credito presso l'Ufficio esecuzioni e fallimenti.

Nel fallimento, queste pretese saranno classificate solo in terza classe. Ciò significa che, in genere, non se ne otterrà il rimborso.

Stephan Heiniger, Saldo
Michela Salvi

Impressum Design by VirtusWeb