HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 5/2014 ottobre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
5/2014 ottobre | pagina 4

La miglior pagella Green non è sempre la più verde
Migros misura i nostri acquisti ecologici. Ma occhio agli abbagli

Per incrementare le vendite, Migros confronta la nostra percentuale di acquisti "green" con la media cantonale e nazionale. Ma attenzione: ci sono alternative più verdi.

Ivano (nome fittizio) a inizio luglio riceve una lettera da Migros in cui gli si comunica che la quota di acquisti ecologici registrati con la sua carta Cumulus è del 5,2%. Nel contempo, Migros lo informa che la media svizzera è del 17%. «Mi sono sentito la coscienza sporca», dice.

Da qualche tempo, Migros calcola la cosiddetta quota Green di tutti i clienti che usano una carta Cumulus. Il 5,2% di Ivano significa che, nei mesi di aprile e maggio, su 2 mila franchi di acquisti Migros, ne ha spesi circa 100 in prodotti bio o con etichette ecologiche.

A quanto pare, altri clienti fanno i loro acquisti con una maggiore coscienza ambientale.

Secondo Migros, la media Green cantonale oscilla tra il 15% di Friborgo e il 19% di Zurigo. Ivano con il suo misero 5,2% si sente un po' l'ultima ruota del carro. «Significa che sono particolarmente incosciente?» si chiede. No: la quota Green, infatti, non è significativa. Ecco perché:

- Ivano è un convinto ciclista. Se acquistasse una bicicletta elettrica da 4 mila franchi presso la filiale Migros M-Way, la sua quota Green aumenterebbe in un sol colpo a oltre il 68%. Così facendo non circolerebbe però in modo più ecologico che con la sua normale bicicletta. Al contrario.

- Ivano beve acqua del rubinetto. Se bevesse tè freddo bio, la sua quota Green aumenterebbe. Anche questo non sarebbe però più ecologico.

- Se negli scaffali ci sono arance italiane o spagnole, a volte Ivano si fa una spremuta. Questa però non è bio. Se acquistasse succhi bio, la sua quota Green sarebbe maggiore. Attenzione però! Il concentrato per produrre il succo bio proviene dal Brasile o dal Messico. Il trasporto e la lavorazione sono davvero così "green"?

Meglio comprare meno che comprare Green
Chi acquista spesso nuovi apparecchi elettrici non si comporta in modo particolarmente ecologico, anche se sono muniti della certificazione Topten.

Chi compra in continuazione vestiti in cotone bio, invece di indossarli fino a quando sono consumati, non adotta un atteggiamento particolarmente rispettoso dell'ambiente. Eppure, tutto questo aumenta la quota Green.

Monika Weibel, portavoce di Migros, ammette che «con Cumulus Green si può indicare un solo aspetto. Naturalmente ci sono altre possibilità per comportarsi in modo ecologico nella quotidianità».

Migros ha un grosso interesse ad aumentare la vendita di prodotti ecologici: sono più cari e permettono un maggior margine di guadagno.

I contadini, invece, di regola approfittano ben poco del prezzo bio maggiorato.
La pagella verde fa leva sulla coscienza sporca dei clienti per indurli a spendere più del necessario?
Weibel non è d'accordo: «Speriamo di riuscire ad aumentare la consapevolezza dei clienti su questi valori aggiunti. In primo piano non c’è il guadagno, bensì la sostenibilità».

Marco Diener, K-Tipp
Michela Salvi

Impressum Design by VirtusWeb