HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 5/2014 ottobre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
5/2014 ottobre | pagina 8

Pillolina blu forse cancerogena
L'assunzione di Viagra fa aumentare il rischio di ammalarsi di melanoma. Lo dice uno studio su 25 mila uomini.

Ogni anno in Svizzera si ammalano di melanoma più di 2 mila persone. La malattia può essere causata da un'eccessiva esposizione ai raggi del sole. Ora un nuovo studio americano dimostra che il pericolo di contrarre un melanoma aumenta anche a causa del Viagra.

I ricercatori americani hanno esaminato più di 25 mila uomini, scoprendo che quelli che indicavano di aver usato il Viagra presentavano un rischio quasi doppio rispetto agli altri.

«Di primo acchito è sorprendente che una sostanza per aiutare le erezioni possa favorire la formazione di melanomi», commenta Etzel Gysling, medico e editore della rivista Pharma-Kritik. Il principio attivo contenuto nel Viagra può però influenzare determinati processi nel corpo. A loro volta, questi causano un'accelerazione della crescita delle cellule tumorali.

La produttrice, Pfizer, risponde di non aver effettuato lo studio e di non poterlo quindi commentare. Finora, la casa farmaceutica non avrebbe constatato che i melanomi facciano parte degli effetti collaterali del Viagra.



Effetto dubbio di un cerotto contro i dolori mestruali

Un prodotto da applicare sulla pelle sarebbe in grado di alleviare i dolori mestruali. Ma la sua efficacia è dubbia.

Il cerotto Menstruationstape, da incollare su pancia e schiena, dovrebbe alleviare o impedire i dolori mestruali. Almeno secondo il fabbricante. Il prodotto influenzerebbe i nervi della pelle, supportando i «meccanismi di autoguarigione del corpo» a livello uterino. Si tratta di un semplice cerotto in cotone privo di farmaci, che costa 10 franchi per ogni applicazione.

Gli esperti ne mettono però in dubbio l'efficacia. «Non riesco a vedere alcun meccanismo, eccetto il possibile effetto placebo», afferma Christian De Geyter, ginecologo all'Ospedale universitario di Basilea. I nervi che portano all'utero non passano attraverso la pelle, ma in profondità, dice.

Il produttore risponde che l'efficacia sarebbe dimostrata in uno studio. Anche se dovesse essere causata dall'effetto placebo, migliorerebbe la situazione di molte donne. Allo studio sono state però solo 51 a partecipare.

Impressum Design by VirtusWeb