HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 5/2014 ottobre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
5/2014 ottobre | pagina 16

Il lato oscuro del sole
Per combattere il cancro alla pelle si rischiano effetti collaterali

I nuovi farmaci contro il melanoma maligno hanno un'utilità limitata e danno problemi. E i costi sono esorbitanti.

Il melanoma maligno è aggressivo e insidioso. Se lo si scopre in ritardo si è già annidato in profondità e diffuso nel corpo, e a quel punto la situazione si fa critica. Le metastasi colpiscono fegato, cervello e cuore, riducendo la possibilità di sopravvivenza nei successivi cinque anni a meno del 10%.

Per questi casi, negli ultimi anni l'industria farmaceutica ha sviluppato farmaci come Tafinlar, Yervoy e Zelboraf. Questi non possono eliminare il cancro, ma dovrebbero allungare la vita dei pazienti.

Ora, però, la rivista specialistica Pharmakritik trae una conclusione da brividi: in genere, i farmaci possono fare poco per contrastare il cancro mortale, e in più sono estremamente cari.

Esempio Tafinlar: secondo alcuni studi può bloccare il progredire della malattia in media per circa cinque mesi. Di quanto ciò possa allungare l'effettiva aspettativa di vita dei pazienti, però, non è certo (vedi tabella). I pazienti devono poi fare i conti con pesanti effetti collaterali. Possono infatti soffrire di nuovi tumori alla pelle, ipoglicemia, perdita di capelli, febbre o nausea. Una terapia costa mensilmente circa 10 mila franchi.

Etzel Gysling, medico e editore della rivista Pharmakritik, giunge alla conclusione che, considerati gli effetti collaterali, il valore del farmaco non sia da stimare molto alto.

Urs Kientsch, portavoce della ditta farmaceutica Glaxo Smith Kline, rimanda alle conclusioni di un «comitato indipendente» secondo il quale Tafinlar potrebbe bloccare il progredire della malattia mediamente per quasi sette mesi. Quest'anno, saranno inoltre pubblicati dati che dimostrerebbero se grazie ad esso i pazienti vivono anche più a lungo. Kientsch ammette che Tafinlar causa effetti collaterali sulla pelle. Questi potrebbero però essere curati dal medico.

Conati di vomito e altro per 80 mila franchi al mese
Il bilancio di Yervoy non è molto migliore. Il farmaco prolungherebbe la durata di vita di undici mesi, e i pazienti che reagiscono bene sono pochi. Effetti collaterali: conati di vomito, problemi intestinali e al fegato. Una terapia costa più di 80 mila franchi al mese. Gysling parla di una «cura dai costi esorbitanti». Inoltre mette in dubbio i risultati delle ricerche pubblicate: «C'è da sperare che altri studi forniscano dati più attendibili». La produttrice di Yervoy, Bristol-Myers Squibb, non ha preso posizione in merito alle critiche.

Solo Zelboraf è leggermente meglio. Prolunga la sopravvivenza mediamente di 13 mesi. Un barlume di speranza, ma, sempre secondo Gysling, anche questo solo per circa un quarto dei pazienti. Gli altri non rispondono al farmaco. Anche Zelboraf può causare perdita di capelli, conati di vomito o nuovi tumori. La produttrice, Roche, non ha voluto commentare.


Buono a sapersi

Tenete d'occhio la vostra pelle

- Proteggetevi dal sole. In estate portate un cappello e vestiti coprenti.
- Tra le 11 e le 15 non state sotto il sole e evitate le lunghe tintarelle.
- L'effettiva protezione delle creme da sole dall'insorgere di melanomi è controversa.
- Recatevi dal medico se constatate cambiamenti sulla pelle.

Fattori di rischio del melanoma maligno:

- I bagni di sole intensivi.
- La pelle chiara, i capelli rossi o biondi, il colore chiaro degli occhi.
- Molti nei sul corpo.
- Colpi di sole durante l'infanzia.
- Malattie tumorali superate.
- Casi di melanoma in famiglia.

Tobias Frey, Gesundheitstipp
Vichi Masella

Impressum Design by VirtusWeb