HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 5/2014 ottobre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
5/2014 ottobre | pagina 24

I lattobacilli della discordia
Alcuni batteri probiotici aggiunti al latte per neonati mettono in disaccordo produttori e ricercatori.
I produttori Hipp e Nestlé sostengono che i batteri di acido lattico nel latte per neonati migliorerebbero la digestione dei bebè. Questi batteri probiotici si troverebbero anche nel latte materno.

Uno studio di alcuni pediatri australiani dimostra ora che i poppanti a cui viene dato latte con questi additivi non stanno meglio e piangono esattamente quanto gli altri. Conclusione dei ricercatori: i batteri di acido lattico non aiutano in caso di crampi alla pancia.

Christine Brennan, della Fondazione per la promozione dell'allattamento al seno, non è affatto sorpresa del risultato: «I probiotici sono da tempo criticati perché la loro utilità contro le coliche non è dimostrata».

Lo scorso mese di febbraio, un tribunale ha vietato alla ditta Hipp di scrivere sulla confezione che i batteri probiotici "supportano una sana flora intestinale". Hipp e Nestlé scrivono che altri studi ne avrebbero dimostrato l'utilità. Questi, però, secondo i ricercatori australiani, sarebbero meno indicativi perché è stato esaminato un numero inferiore di bambini. Hipp dice di usare batteri diversi da quelli menzionati nel nuovo studio.



Più corti di sera

Durante il giorno si perde circa un centimetro e mezzo in altezza.

Nel corso della giornata ci riduciamo di 14,3 millimetri. È il valore medio cui sono giunti i ricercatori dell'Università di Berna dopo aver misurato la statura di vari impiegati d'ufficio mattina e sera. Nei giorni lavorativi, i partecipanti si abbassavano di più che nei giorni di libero. Motivo: durante il giorno, i dischi intervertebrali perdono liquido, assottigliandosi. Da sdraiati, lo riassorbono riportando la persona alla sua normale statura.



E torna l'erezione

Movimento e un'alimentazione sana, come il poco stress, ridonano virilità a chi l'aveva persa. Lo dice uno studio.

Adottando uno stile di vita più sano, spesso spariscono anche i problemi di erezione. Lo dimostra uno studio su più di 800 uomini di età compresa tra 35 e 80 anni. Sull'arco di cinque anni i problemi sono spariti in quasi un terzo degli interessati.

In genere, il disturbo ha cause fisiche, come scrivono gli autori sul Journal of Sexual Medicine. Ne fanno parte sovrappeso, molto alcol, disturbi del sonno e diabete, apnea del sonno e problemi cardiaci.

I ricercatori dell'Università australiana di Adelaide sostengono che la maggior parte delle cause può essere influenzata dalla persona stessa. Lo conferma il medico di famiglia zurighese Thomas Walser, che nel caso di problemi erettili consiglia di praticare movimento regolare e alimentarsi in modo sano. I fumatori dovrebbero combattere il loro vizio. Sarebbe inoltre importante gestire bene lo stress.

Impressum Design by VirtusWeb