HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 5/2014 ottobre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
5/2014 ottobre | pagina 25

Che combinazione star bene!
Alcuni studiosi rivelano il segreto della dieta mediterranea

È la combinazione di alimenti a favorire il benessere nella dieta mediterranea. Lo dice una ricerca.

Chi si alimenta secondo la dieta mediterranea subisce con minor frequenza infarti cardiaci o ictus. Lo confermano numerosi studi. Il motivo non era però ancora stato chiarito. Ora alcuni ricercatori inglesi hanno scoperto che potrebbe essere decisiva la combinazione di grassi insaturi e verdure quali spinaci, insalata verde, rucola o finocchio, che contengono molto nitrato.

Assieme ai grassi insaturi, ad esempio di olio d'oliva, noci o avocado, il nitrato forma una sostanza che abbassa la pressione sanguigna. Lo hanno constatato i ricercatori del King's College di Londra sulla base di un esperimento sugli animali. «Siamo convinti che lo stesso avviene anche nelle persone», spiega il coautore, Philip Eaton.

Lo studio fornisce inoltre un'altra indicazione del fatto che il nitrato nelle verdure non sia affatto dannoso come si riteneva. Negli ultimi anni, vari studi hanno dimostrato che un'alimentazione ricca di nitrato fa bene a cuore e vasi sanguigni. Nella dieta mediterranea ci sono anche cereali integrali e latticini, noci, pesce e pollame.



Fragili ma soddisfatti

Le persone anziane sono spesso soddisfatte anche se hanno male alle ossa e problemi di memoria. I ricercatori dell'Università di San Francisco ora sanno perché: nel cervello, in età avanzata rimangono intatte le strutture collegate alle sensazioni positive. Gli scienziati hanno esaminato i cervelli di più di 200 anziani tra 60 e 90 anni d'età.



Ridere rende felici

Ridere aiuta a provare sensazioni felici, perché il cervello rilascia i rispettivi messaggeri chimici. Inoltre, ridendo si respirerebbe anche più a fondo e il cuore rallenterebbe i battiti. Nel cervello, i messaggeri chimici della felicità si formerebbero addirittura anche quando si sorride senza motivo. Secondo i ricercatori, questa reazione è scatenata dai muscoli facciali.

Impressum Design by VirtusWeb