HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 5/2014 ottobre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
5/2014 ottobre | pagina 27

Detersivi come caramelle
I bambini possono confondere con dolciumi le capsule di liquido per fare il bucato. Con conseguenze sgradevoli

Le capsule di detersivo liquido per fare il bucato attirano la curiosità dei bambini, che rischiano così di ingerirle. Alcune confezioni sono più sicure.

I bambini confondono facilmente le capsule di detersivo liquido con dolciumi. Ma, al contrario delle caramelle, mettere in bocca un prodotto per lavare i panni può provocare ustioni e gonfiore delle vie respiratorie. Anche gli spruzzi negli occhi sono pericolosi.

Secondo il centro tossicologico svizzero Tox, dal 2002 ci sono stati 180 infortuni di questo genere. Il suo direttore, Hugo Kupferschmidt, spiega che, contrariamente a quanto si tenderebbe a fare, bere acqua subito dopo non serve, perché il detersivo inizierebbe a schiumare. «Se la schiuma finisce nelle vie respiratorie, nel caso peggiore può danneggiare i polmoni».

Migros ha deciso che almeno la confezione di tali prodotti non sarà più trasparente. Negli scaffali di Coop si trovano cinque detersivi liquidi in capsule, di Persil e Omo, in imballaggi non trasparenti proprio per motivi di sicurezza, come dicono i produttori.

Kupferschmidt ne è lieto. Le confezioni non trasparenti sono poco allettati e fanno in modo che ci siano meno incidenti, ma il contenuto resta pericoloso. Le capsule con dentro il detersivo, infatti, continueranno a sembrare caramelle.

Consigli

Sciacquate le parti colpite

- In caso di contatto con la pelle, sciacquate subito le parti interessate con acqua.
- In caso di spruzzi negli occhi, sciacquate con acqua per almeno 15 minuti e recatevi dall'oculista.
- In caso di ingestione, sciacquate la bocca e bevete il meno possibile per evitare il vomito.
- Chiamate il centro Tox al numero 145.
- Previa consultazione medica, assumete eventualmente un farmaco per ridurre la formazione di schiuma (ad esempio Flatulex).

Sibilla Bondolfi, K-Tipp
Michela Salvi

Impressum Design by VirtusWeb