HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 6/2014 dicembre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2014 dicembre | pagina 3

Ma che effetto bellezza!
Inutilità manifesta per i Beauty Sweeties

I cuoricini Beauty Sweeties non hanno alcun effetto sulla bellezza. Al contrario, chi ne consuma molti ingrassa e rischia di ammalarsi.

In bocca sembrano orsetti gommosi e il loro sapore è dolce, ma in più dovrebbero anche rendere belli. Si chiamano Beauty Sweeties: caramelle di bellezza.

Questo nuovo prodotto contiene coenzima Q10, aloe vera e betacarotene, sostanze che normalmente si trovano nei vasetti di cosmetici e che, come si sente dire, dovrebbero frenare l'invecchiamento del corpo e rinforzare il sistema immunitario.

«Non credo che ciò abbia un qualsivoglia effetto sulla salute o sull'aspetto», commenta David Fäh, esperto in medicina preventiva all'Università di Zurigo. Non vi sarebbero indicazioni scientificamente garantite in tal senso. E, come se non bastasse, le sostanze sono presenti solo in tracce: secondo l'elenco degli ingredienti, i Beauty Sweeties ne contengono solo 0,015%, contro il 40% di zucchero.

Chi consuma regolarmente questi cuoricini gommosi rischia di più di ingrassare e ammalarsi di diabete, dice ancora Fäh. Chi vuole fare qualcosa per la propria bellezza dovrebbe piuttosto mangiare frutta e noci, che contengono molte più sostanze nutritive sane.

La ditta Beauty Sweeties conferma alla rivista Gesundheitstipp che l'effetto salutare non sarebbe dimostrato, e che i gommini contengono molto zucchero, «altrimenti non avrebbero un sapore così goloso».

Andreas Gossweiler, Gesundheitstipp
Silvia Mossi



Ci senti meglio col pesce

Consumare pesce almeno due volte alla settimana mantiene un udito sano.

Chi mangia pesce regolarmente ci sente bene più a lungo. Lo dimostra uno studio su 65 mila donne. Nell'arco di 18 anni, una su sei ha presentato un peggioramento dell'udito. Le donne che mangiavano pesce almeno due volte a settimana ne erano colpite con una frequenza molto minore. I ricercatori dell'Ospedale Brigham di Boston suppongono che gli acidi grassi omega 3 del pesce contribuiscano a una migliore ossigenazione dell'orecchio.



Basta un frutto al giorno

Il cuore trae beneficio già da piccole quantità di frutta. Uno studio dell'Università inglese di Oxford dimostra che le persone che mangiano un frutto al giorno riducono già il rischio di infarto cardiaco o ictus in modo sensibile. I ricercatori hanno valutato i dati di 450 mila partecipanti.

Impressum Design by VirtusWeb