HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 6/2014 dicembre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2014 dicembre | pagina 4

Un mix benefico
I frullati fatti in casa sono più sani se contengono frutta di stagione

Gli smoothies che si acquistano nei negozi sono spesso calorici perché contengono troppo zucchero.

Una fetta di ananas, una banana schiacciata, un terzo di mela, un po' di latte di cocco e di spremuta d'arancia e un goccio di succo di limone: sono gli ingredienti di uno smoothie della marca leader del mercato Innocent. La sana apparenza, però, nasconde un difetto: i 2,5 decilitri nella bottiglietta contengono 32 grammi di zucchero e ben 160 calorie, ovvero più di una Coca-Cola.

Queste bevande alla frutta possono inoltre aggredire fortemente lo smalto dei denti, come hanno recentemente dimostrato due studi. «Gli smoothies possono causare danni quanto le bibite acide», spiega Adrian Lussi della clinica odontoiatrica dell'Università di Berna. In particolare se li si sorseggia lentamente. Lussi consiglia di non bere più di quattro porzioni acide come Coca-Cola, caffè o frullati al giorno, altrimenti i denti potrebbero non rigenerarsi bene.

Gli esperti sono unanimi: sono meglio gli smoothie che insieme alla frutta contengono anche verdura. My-smoothie Mango, ad esempio, contiene pere, uva, spinaci, broccoli e ortica. Quelli alla frutta e verdura bio di Biotta e Traktor contengono per metà succo di carota; 2,5 decilitri contengono perciò solo circa 100 chilocalorie.

«L'idea di aggiungere verdura ai frullati è buona», commenta Lussi. Le più adatte sono quelle con molto calcio, quali rucola, prezzemolo, broccoli, cavolo riccio o crescione. Anche l'aggiunta di yogurt o latte protegge i denti.

Fatti in casa con frutta e verdura di stagione
Gli esperti consigliano di prepararsi gli smoothie da sé, in modo da dosare e variare le quantità di frutta e verdura affinché coprano un largo spettro di sostanze nutritive. Steffi Schlüchter della Società svizzera di nutrizione consiglia di usare anche la buccia della frutta, che contiene le pregiate sostanze vegetali. Nella produzione industriale, i polifenoli in genere rimangono nei residui delle presse.

Preparare uno smoothie è facile: servono pochi minuti e un frullatore. Per una scelta ecologica e sensata, gli ingredienti dovrebbero essere di stagione, cresciuti in condizioni ottimali e quindi più ricchi di vitamine e sali minerali.

In autunno si adattano alla preparazione di frullati soprattutto le verdure a foglia verde, che contiene molte sostanze nutritive, come ha dimostrato uno studio dell'Università William Peterson del New Jersey (Usa).

Che queste bibite rinforzino in modo particolarmente efficace il sistema immunitario e impediscano l'insorgere di malattie, come si può leggere sui siti internet di parte, è però controverso.

Come si fa uno smoothie:

- Utilizzate solo frutta e verdura mature.
- Acquistate frutta e verdura di stagione.
- Usate frutta bio priva di pesticidi.
- Raffreddate gli ingredienti in frigorifero durante la notte, così lo smoothie risulterà più fresco.
- Lavate tutto molto bene.
- Diluite lo smoothie con acqua, eventualmente con ghiaccio.
- Bevete il succo subito dopo la preparazione, così manterrà la maggior parte delle sue vitamine.

Andreas Grote, Gesundheitstipp
Silvia Mossi

Impressum Design by VirtusWeb