HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 6/2014 dicembre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2014 dicembre | pagina 8

Potassio contro l'ictus
Mangiare alimenti ricchi di potassio riduce il pericolo di avere un ictus. Lo dice una ricerca.

Chi mangia molte leguminose, avocado, banane, verdura a foglia verde, frutta secca e patate fa del bene alla propria salute. Questi alimenti contengono molto potassio, che riduce il rischio di ictus.

Lo hanno dimostrato i ricercatori dell'Albert Einstein College of Medicine di New York in uno studio su oltre 90 mila donne. Gli scienziati hanno analizzato le abitudini alimentari delle partecipanti per undici anni.

Risultato: tra quelle che avevano assunto più potassio, il rischio si sarebbe ridotto di oltre il 20%, come scrivono i ricercatori sulla rivista specialistica Stroke.

Il risultato non sorprende David Fäh, specialista in medicina preventiva: «Altri studi avevano già dimostrato che il potassio abbassa la pressione». L'ipertensione è uno dei fattori di rischio per l'ictus.

L'Organizzazione mondiale della sanità consiglia di assumere con l'alimentazione almeno 3,5 grammi di potassio al giorno. Per un confronto: 100 grammi di avocado contengono fino a 1 grammo di potassio, lo stesso vale per le patate cotte.



Placati con la musica

Ai bambini colpiti da un disturbo di deficit dell'attenzione è d'aiuto suonare uno strumento musicale. Un gruppo di ricercatori tedeschi e austriaci ha scoperto che nei giovanissimi iperattivi i due emisferi del cervello non collaborano bene. Suonare musica attiva l'intero cervello.



Separati dopo tanti anni

Chi crede che i lunghi matrimoni siano più felici si sbaglia. Uno sguardo alle statistiche mostra che, in Germania, sempre più coppie divorziano dopo oltre 25 anni, il doppio rispetto a dieci anni fa.

La motivazione degli esperti dell'Università delle scienze applicate di Colonia è che dopo eventi incisivi quali il pensionamento o i figli che lasciano la casa verrebbero a galla conflitti repressi.



Aiutare fa bene

Il volontariato tiene in forma. Lo hanno scoperto alcuni ricercatori canadesi del Rotman Research Institute dopo aver analizzato circa 70 studi. Chi, ad esempio, aiuta gli anziani è meno depresso e vive più a lungo. Motivo: la sensazione di essere stimati da altre persone giova alla salute.



Nel lettone si dorme male

I bambini piccoli dovrebbero passare la notte nel proprio lettino. Lì, infatti, dormono meglio che con i genitori.

Alcuni scienziati norvegesi hanno interrogato più di 55 mila mamme sulle abitudini di sonno dei loro bimbi.
Risultato: più spesso nei primi sei mesi di vita i bebè avevano dormito nel lettone con mamma e papà, più spesso si svegliavano di notte ancora a 18 mesi.

Impressum Design by VirtusWeb