HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 6/2014 dicembre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2014 dicembre | pagina 29

Vittime di reato indennizzate?
«Sono stato preso a pugni da due uomini. Ho dovuto farmi curare dal medico e sono ancora inabile al lavoro. Ho letto che le vittime di reato hanno diritto a un indennizzo: vale anche per me?».

L'aiuto statale alle vittime prevede un indennizzo solo se gli autori sono stati condannati e non pagano la cifra stabilita in via giudiziaria.

Inoltre, si ha diritto all'indennizzo se il reddito non supera un determinato limite: per le persone singole è di fr. 76'840.- all'anno, per i coniugi di fr. 115'260.-.

L'ammontare dell'indennizzo si basa sul danno finanziario subito. Semplici danni alle cose, come ad esempio i vestiti strappati, non sono rimborsati.



Visita medica: devo prendere vacanza?

«Lavoro a tempo parziale. Ho una visita medica in ospedale durante un giorno di lavoro. Secondo il mio capo devo prendere vacanza. È vero?».

Dipende. In quanto dipendente a tempo parziale, lei è obbligato a prendere gli appuntamenti dal medico durante le ore libere.

Se però questo non è possibile, può lasciare il posto di lavoro per recarsi all'appuntamento. Avrà diritto al salario per queste ore e non dovrà recuperare l'assenza.

Chieda all'ospedale se è possibile spostare l'appuntamento in un giorno in cui non lavora. Se ciò non fosse possibile, si faccia dare una conferma.



Complementare: rifiutato per la mia età?

«Ho chiesto una complementare. L'assicurazione non mi ha però concesso l'affiliazione, nonostante la mia salute sia ottima. Motivazione: non assicura persone al di sopra dei 50 anni d'età. Lo può fare?».

Sì. Le assicurazioni sono libere di decidere se e a quali condizioni assicurare una persona in una complementare.
Molte casse malati rifiutano per principio un'assicurazione complementare alle persone di una certa età. Di solito il limite si situa tra i 50 e i 70 anni.

Solo per l'assicurazione di base non si può rifiutare una richiesta di affiliazione.



Dito slogato: l'avversaria mi risarcisce?

«Facendo il muro durante una partita di pallavolo mi sono slogata un dito. Ora sono inabile al lavoro per due settimane. Posso chiedere un risarcimento alla mia avversaria?».

Se la sua avversaria non ha violato in modo clamoroso le regole del gioco, non deve rispondere di questo infortunio.

Chi partecipa a una partita di pallavolo deve prendere in considerazione anche la possibilità di farsi male.



La cassa malati rimborsa gli occhiali?
«A mio figlio di dieci anni servono gli occhiali da vista. L'assicurazione di base li rimborsa?».

Sì, riconosce un rimborso massimo di fr. 180.- annui fino al 18° anno di età. È necessaria la ricetta dell'oculista.



Clic sbagliato: devo pagare il doppio premio?

«Su internet ho stipulato per errore con un clic l'assicurazione di base in una nuova cassa malati. Volevo però tenere quella vecchia. Devo pagare i premi due volte?».

No. L'assicurazione di base non è stipulata validamente con un clic. Bisogna aver disdetto quella vecchia entro i termini. Inoltre, una doppia assicurazione è vietata. Comunichi però l'errore all'assicurazione.

Impressum Design by VirtusWeb