HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 5/2015 ottobre

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
5/2015 ottobre | pagina 2

Lettere: prezzi salati per i privati
Per un semplice cliente spedire una lettera molto spessa costa caro: oltre il triplo rispetto alle aziende.

Una lettera con uno spessore di due centimetri inviata con posta A costa fr. 1.-, con posta B fr. 0.85.
Se è più spessa, è considerata un pacco e i prezzi cambiano: un pacco standard Priority spedito con la Posta costa fr. 9.-. Il pacchetto Economy, che dovrebbe essere consegnato in due giorni lavorativi, costa fr. 7.-.
I clienti commerciali pagano altre cifre: possono infatti spedire lettere Standard e Midi fino a cinque centimetri di spessore al prezzo normale delle lettere con un supplemento di fr. 1.50. Per una lettera Standard pagano quindi fr. 2.50 con posta A, rispettivamente fr. 2.35 con posta B.

I clienti privati pagano quindi fino a tre volte e mezzo in più di quelli commerciali.

La Posta giustifica questa ddisparità di trattamento con la scarsa richiesta da parte dei clienti privati.



Fotocamere con pixel farlocchi

Secondo molti produttori i loro apparecchi fotografici e telefonini arriverebbero a 50 megapixel. In realtà queste cifre sono molto gonfiate.

Secondo la pubblicità di Canon la sua fotocamera Eos 5Ds avrebbe una risoluzione rivoluzionaria. La fotocamera fornirebbe immagini con addirittura 50 milioni di pixel (50 megapixel), una prestazione finora possibile solo con una telecamera professionale. Peccato però che i megapixel siano solo 33. Un terzo delle informazioni immagine (pixel) va infatti perso, proprio come con tutte le fotocamere. Motivo: i colori devono essere calcolati in un secondo momento tramite una complicata procedura con molti filtri.

Non prestate quindi troppa attenzione al numero di megapixel. Quasi tutte le fotocamere moderne forniscono una risoluzione sufficiente per normali fotografie. La qualità delle immagini è un criterio molto più importante. Ci sono buone fotocamere già a partire da fr. 240.-.



Testa pelata per pochi franchi

I trattamenti contro la caduta dei capelli costano un occhio della testa e spesso non funzionano. Mancavano invece nei negozi le creme per favorire la calvizie. Per colmare questa lacuna, Migros ha lanciato sul mercato il temibile “balsamo anti capelli” a soli fr. 3.80 per 200 millilitri. Basta spalmarsi la chioma troppo folta e si potrà esibire un’elegante crapa pelata bella lucida, risparmiando pure i soldi del parrucchiere. Grazie a Fabio di Lugano per questa segnalazione.

Un errore nella pubblicità vi ha fatto sorridere? Scrivete a: lettori@spenderemeglio.ch.

Rubrica: Spubblicità



__________

L’origine da sola non fa la qualità

Olio d’oliva italiano: le bugie della pubblicità (Spendere Meglio, agosto 2015).

Il vostro articolo è fuorviante. L’equazione «provenienza uguale qualità» non è sempre corretta. Al contrario di tanti altri prodotti, per l’olio d’oliva extravergine c’è l’obbligo dell’indicazione d’origine. La qualità dipende da caratteristiche chimiche e organolettiche legate alla varietà della pianta, all’origine e ai metodi di raccolta e frantumazione. La nostra miscela di oli extravergine è definita da un panel di assaggiatori qualificati ed è certificata da un ente terzo indipendente. Non solo i parametri qualitativi della De Cecco sono conformi alle disposizione di legge e agli schemi Brc, Ifs, Haccp Kosher e Iso 9001, ma come dimostrano le analisi, i nostri criteri sono più restrittivi dei limiti legali.

Secondo la normativa Ue, sull’etichetta della nostra bottiglia da 250 millilitri i caratteri devono essere alti almeno 0,9 millimetri. Per una migliore trasparenza verso i consumatori, abbiamo scelto caratteri in stampatello da 1,3 millimetri, più facilmente leggibili.

Marco Camplone, Responsabile Relazioni esterne Gruppo De Cecco,
Pescara


Riso parboiled: titolo fuorviante

Tracce di veleni nel riso parboled (Spendere Meglio, giugno 2015).

Il titolo dell’articolo trae in inganno. Spaventare inutilmente il consumatore può portare a cali nelle vendite.
Non concordo appieno con le vostre graduatorie. Non si può dare un voto migliore a un riso solo perché contiene più minerali. Fra i prodotti giudicati buoni ce n’è uno di cui non si sa neppure la provenienza.

Come potete considerare buono un riso bio che presenta residui di pesticidi? Per quanto riguarda il triciclazolo, in Svizzera non è considerato un veleno se rispetta i parametri dell’Unione europea.

Inoltre, avreste potuto far presente che i prezzi del parboiled in Europa sono in media più cari di quelli in Svizzera e che le nostre industrie lavorano meglio di quelle europee.

Infine, avrei gradito essere interpellato, dato che almeno tre dei risi analizzati escono dalla nostra riseria.

Roberto Carnio,Primefood - Riseria del Gottardo
Bioggio



Impressum Design by VirtusWeb