HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 6/2016 dicembre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2016 dicembre | pagina 14

Meno carne, più salute
Chi mette nel piatto più verdure, cereali e legumi riduce il rischio di ammalarsi di diabete. Lo dimostra uno studio.

Chi vuole nutrirsi in modo sano non deve rinunciare completamente ai grassi animali. Lo dimostra uno studio statunitense nel quale i ricercatori hanno tenuto sotto osservazione per 20 anni le abitudini alimentari di 200 mila donne e uomini. I partecipanti dovevano documentare quel che mangiavano e come preparavano i pasti. Gli scienziati, inoltre, hanno valutato il loro peso, i valori del sangue ed eventuali malattie contratte.

Risultato: chi ogni giorno sostituiva una o due porzioni di alimenti di provenienza animale con riso, patate o verdure ha ridotto mediamente il rischio di diabete del 20%.
Significa che se nella popolazione si ammalano di diabete in media 10 persone su 100, in questo gruppo di studio solo 8 su 100.

Carne, insaccati, pesce, frutti di mare, uova e latticini sono gli alimenti di origine animale considerati nella ricerca. Chi li rimpiazzava completamente con insalata, verdure o legumi ha diminuito il rischio del 34%. Questi alimenti contengono molte proteine, molte fibre e sono ricchi di pregiate sostanze protettive, grassi sani e altri importanti nutrienti.

«Frutta, verdura, cereali integrali e legumi formano una flora intestinale con un numero maggiore di batteri buoni», aggiunge Thomas Walser, medico di Gesundheitstipp. E questo, nei pazienti diabetici, migliorerebbe il metabolismo.

Andreas Grote, Gesundheitstipp
Michela Salvi, Scelgo io

Impressum Design by VirtusWeb