HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 1/2017 febbraio

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
1/2017 febbraio | pagina 10

Guarire goccia dopo goccia
Gli oli essenziali alleviano mal di testa, stress e raffreddore

Gli oli eterici non solo profumano in modo naturale la casa, ma possono avere un riscontro benefico su disturbi fisici e psichici.

Sono nascosti in piccole boccette e non rilasciano solo un buon profumo ma fanno bene anche al corpo. Possono alleviare i dolori alle articolazioni, raffreddore, conciliare il sonno o stimolare la circolazione.

Gli oli eterici sono usati anche in diverse cliniche: vari reparti di ostetricia offrono un'aromaterapia. Lo stesso fanno le cliniche psichiatriche di Basilea e Zurigo o la Rehaklinic di Gais (Appenzello esterno).

Nel bagno caldo con sale marino
Le essenze sono talmente concentrate che basta una goccia per sprigionarne l'efficacia attraverso diffusori elettrici o in lampade apposite. Le molecole profumate stimolano i nervi dell'olfatto che a loro volta trasmettono il segnale alla regione cerebrale che controlla le sensazioni. In questo modo gli oli essenziali agiscono soprattutto sulla psiche: paure, stress o disturbi del sonno.

L'effetto si intensifica se vengono inalati, per esempio versandone poche gocce su un fazzoletto o nell'acqua calda. Uno studio americano ha dimostrato che la lavanda aiuta contro i disturbi del sonno.

Secondo Hanns Hatt, professore all'Università tedesca di Bochum, tramite inalazione gli oli eterici raggiungono anche il sangue in quantità tale da agire sulle cellule.

Il corpo assume le sostanze attraverso le mucose di naso e bronchi. Lo stesso avviene se si fa un bagno caldo: basta versare nella vasca 6-8 gocce di essenza e sale per sciogliere l'olio nell'acqua. Si può anche usare panna o miele.

Massaggio rinfrescante o riscaldante
Per i massaggi si miscela un bicchierino di olio di mandorla con 4-6 gocce di olio eterico. L'essenza non penetra solo nel corpo ma agisce sulla pelle, rinfrescandola o riscaldandola.

Se gli oli eterici non vengono diluiti in acqua o alcol, potrebbero irritare la pelle o renderla fotosensibile. L'olio di menta applicato sulle tempie rinfresca e allevia il mal di testa. Alcuni oli sono antibatterici, funghicidi e antivirali.

All'inizio è meglio non usare profumi sconosciuti e dosare con prudenza. Troppo profumo può causare mal di testa. Attenzione anche in caso di malattie cutanee, asma e in gravidanza.

Bebè e bambini piccoli dovrebbero essere trattati con oli eterici solo sotto la supervisione di un esperto.

È importante osservare la data di scadenza. Luce, calore e ossigeno possono alterarli.

Sonja Marti, Gesundheitstipp
Michela Salvi, Scelgo io


Impressum Design by VirtusWeb