HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 3/2017 giugno

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
3/2017 giugno | pagina 20

Stoviglie semi-brillanti
Solo la metà delle pastiglie senza fosfati lascia piatti e posate puliti e senza aloni. Alcune tra le migliori sono anche molto economiche

Tutte le pastiglie per la lavastoviglie sottoposte al test tolgono i residui di pasta, latte e carne. Poche riescono a eliminare le macchie di tè nero.

Da inizio anno i detersivi per lavastoviglie non possono più contenere fosfati, sostanze che nei fiumi e nei laghi favoriscono la proliferazione di alghe. Siccome i fosfati servono a eliminare patine e macchie dalle stoviglie, Saldo e la trasmissione Kassensturz hanno svolto un test per verificare se i detersivi che non li contengono sono efficaci.

Buoni risultati anche spendendo poco
Il laboratorio ha testato 15 pastiglie senza fosfati all-in-one, particolarmente pratiche perché contengono sia il detersivo sia il brillantante e il sale. Non sono state prese in considerazione le pastiglie Alio di Aldi e M-Budget di Migros: entrambe erano in fase di rielaborazione e quindi non disponibili al momento del test.

Risultato: anche le pastiglie senza fosfati sono efficaci contro lo sporco. Tutte puliscono bene i residui secchi di pasta, il latte, la carne macinata bruciata e l’amido. Alcune hanno mostrato carenze nella pulizia di residui di crème brulée bruciacchiata o tuorlo secco, e molte altre nel togliere le macchie di tè nero dal fondo delle tazze.

Gold Multi-Aktiv di Somat è il prodotto migliore del test e costa 45 centesimi a lavaggio. Al secondo posto, le pastiglie Migros Supreme Ultra da 39 centesimi l’una. Le W5 di Lidl, terze in classifica, costano solo 10 centesimi. Anche le Multi Tab di Denner sono economiche e quasi altrettanto efficaci. La peggiore prestazione pulente è stata quella delle pastiglie Multi-Aktiv di Somat.

La maggior parte dei produttori non ha commentato i risultati dei test. Migros sostiene che nelle prove interne entrambi i prodotti Supreme avrebbero fornito risultati migliori nel criterio della pulizia delle macchie di tè nero.

Quelle ecologiche non smacchiano
Rispetto agli altri prodotti, quelli di Prix Garantie (Coop), Held e Oecoplan hanno lasciato sulle stoviglie più patine calcaree, macchie e aloni. Held e Oecoplan sono state le uniche pastiglie ecologiche sottoposte al test. Entrambi i prodotti sono privi di fosfati, acidi carbossilici e fosfonati: sono sostanze chimiche di difficile smaltimento, che però contribuiscono ad ammorbidire l’acqua, a favorire lo sbiancamento e a impedire che rimangano residui sulle stoviglie.

Held sostiene che le all-in-one contengono solo principi attivi vegetali ecosostenibili. Considerati i risultati del test, Held è comunque intenzionata a migliorare il prodotto.


I criteri del test

Per il test sono state utilizzate le lavastoviglie Miele del laboratorio Sgs dell’Istituto Fresenius a Taunusstein (Germania). Gli esperti hanno provato 15 pastiglie senza fosfati, confrontando pulizia, brillantezza e formazione di patine sulle stoviglie. Il test si è basato sugli standard dell’associazione industriale per i prodotti di cura del corpo e detergenti: fondi di tè nelle tazze, carne macinata bruciacchiata sui piatti, patina di latte nei bicchieri, tuorlo su piastrine in acciaio inossidabile, crème brulée, pasta e un mix di amidi su piatti.

- Pulizia
Efficacia pulente sui diversi tipi di sporco: sono stati svolti cinque cicli di lavaggio a 45° con ogni pastiglia.

- Brillantezza
Sottoponendo le stoviglie a 30 cicli a 65° e a 5 a 50°, gli esperti hanno valutato la formazione di patine, gocce, macchie o striature. I risultati sono stati verificati a occhio nudo e tramite analisi digitale delle immagini. Per le prove delle patine e di brillantezza, le macchine sono state caricate con vari tipi di stoviglie.


Conservatele sotto il lavandino e caricate bene la lavastoviglie

- Bilancio ecologico
Usare la lavastoviglie significa risparmiare tempo, acqua ed energia. Quelle moderne consumano meno di dieci litri d’acqua a ciclo di lavaggio, molta meno che lavando a mano. La maggior parte delle lavastoviglie adegua la quantità d’acqua utilizzata al grado di sporcizia delle stoviglie. Sciacquare piatti, pentole e posate prima di metterle in lavastoviglie peggiora il bilancio ecologico. Lo stesso vale per le lavastoviglie utilizzate a mezzo carico.

Consiglio: rimuovere i resti di cibo con le posate usate e chiudere lo sportello della lavastoviglie in modo da far seccare meno i residui fino al lavaggio.

- Polvere o pastiglie?
Secondo l’ultimo test del 2013 della rivista K-Tipp, le pastiglie all-in-one puliscono un po’ meglio di polvere, brillantante e sale messi separatamente. La polvere però è più ecologica, perché meglio dosabile in base alla durezza dell’acqua e alla sporcizia delle stoviglie. Quando l’acqua è molto dura, la quantità di sale presente nelle pastiglie spesso non basta ad ammorbidirla a sufficienza e quindi si creano patine sulle stoviglie. In tal caso, è necessario del sale aggiuntivo. Per sapere la durezza dell’acqua, si può interpellare l’azienda dell’acqua potabile o cercare l’informazione su internet.

La quantità di sale presente nella maggior parte delle pastiglie è sufficiente per un’acqua di durezza pari a 35 gradi francesi. Per quanto riguarda il prezzo, non ci sono grandi differenze: in commercio ci sono polveri e pastiglie più o meno economiche.

- Come caricare la lavastoviglie
Le stoviglie più grandi, pesanti e sporche vanno sistemate sotto, quelle meno sporche e più piccole sopra. Le posate si lavano meglio se riposte nell’apposito cestello con il manico verso il basso. Fate attenzione a forchette e coltelli quando svuotate la lavastoviglie.

- Conservare le pastiglie in modo corretto

I detersivi invecchiano e con il tempo perdono efficacia. Sbiancanti ed enzimi - efficaci contro il grasso, le proteine e gli amidi - si deteriorano. Umidità e calore accelerano questo processo.

È quindi sconsigliabile conservare le pastiglie vicino alla lavastoviglie o sotto il lavandino.

- Lavastoviglie
I filtri vanno puliti regolarmente. Di solito, per le stoviglie poco sporche, è sufficiente il programma economia/risparmio, ma a basse temperature non sempre si puliscono perfettamente.

Se invece piatti e pentole sono molto sporchi, è opportuno scegliere un programma normale o intensivo. Questo evita i cattivi odori e che i resti di cibo si depositino nella lavastoviglie.

Andreas Schildknecht, Saldo
Debora Molteni, Spendere Meglio

Impressum Design by VirtusWeb