HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 3/2017 giugno

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
3/2017 giugno | pagina 31

Pago se la lavatrice non è stata riparata?
«La mia vecchia lavatrice di 27 anni non centrifugava più. Ho chiamato un tecnico che, dopo le verifiche del caso, ha appurato che non vi era alcuna possibilità di riparazione. Per il suo intervento, mi sono visto recapitare una fattura di fr. 250.-. Sono obbligato a pagarla, anche se non ho ricevuto alcuna prestazione?»

Se non è stato concordato nulla di diverso, la fattura è da pagare. L’artigiano ha fatto il suo lavoro correttamente e, visto che la lavatrice ha 27 anni, verosimilmente non gli si può rimproverare nulla.
La prossima volta può concordare le condizioni al telefono prima di fissare l’appuntamento. Per esempio, può interpellare diversi fornitori.


Disoccupato: posso andare in crociera?

«Dopo aver prenotato una crociera di tre settimane, sono stata licenziata. Se mi annuncerò in disoccupazione, potrò fare lo stesso il viaggio?»

Sì, perché anche i disoccupati hanno diritto a quattro settimane di vacanze non pagate all’anno. Durante questo periodo non avrà però diritto alle indennità giornaliere di disoccupazione.

Per principio, dovrà annunciare la sua assenza all’Ufficio regionale di collocamento (Urc) con due settimane di anticipo. Prima della partenza dovrebbe discutere i dettagli con il suo consulente Urc.


Devo scrivere io il certificato di lavoro?

«Ho dato la disdetta e chiesto un certificato di lavoro. Il mio capo mi ha risposto di non avere tempo e mi ha invitato a scriverlo da me. Può pretenderlo?»

No. Su richiesta del dipendente, il datore di lavoro è obbligato a stilare un certificato di lavoro.

Lei può imporre il suo diritto di fronte al tribunale del lavoro. Nel suo caso, però, non è necessario: il rifiuto del suo capo le dà l’opportunità di scrivere un certificato a lei favorevole.


Previdenza: l’azienda versa meno di me?

«Controllando il certificato di previdenza, mi sono accorto di versare più contributi di cassa pensioni del mio capo. Ma l’azienda non dovrebbe pagare almeno la metà dei contributi?»

No. Deve versare solo almeno quanto facciano complessivamente tutte le persone assicurate della sua azienda. È ammesso che i contributi dei giovani siano superiori a quelli del datore di lavoro, mentre per i dipendenti più anziani è il contrario.
L’ammontare dei contributi dei singoli assicurati è stabilito dal regolamento della cassa.


Ricevo merce mai ordinata: cosa faccio?

«Mi è stato inviato un toner per la stampante, ma io non l’ho mai ordinato! Cosa devo fare?»

Se le viene inviata merce che lei non ha ordinato, non deve né rispedirla al mittente né conservarla.

Eccezione: se la merce è recapitata al suo indirizzo per errore, dovrebbe contattare il mittente per dargli la possibilità di ritirarla in tempo utile.

Impressum Design by VirtusWeb