HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 5/2017 settembre

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
5/2017 settembre | pagina 2

Le auto peggiori
Secondo il club automobilistico tedesco Adac, l'auto che ha presentato meno guasti nel 2016 è la Bmw X5 del 2014. La peggiore è la Opel Zafira del 2007.

L'Adac ha valutato complessivamente quattro milioni di guasti. La causa più frequente (39%) era la batteria difettosa o scarica. Ecco i risultati principali.

- Utilitarie: i modelli del 2014 con meno guasti sono stati Mini, Audi A1, Peugeot 207 e Skoda Yeti. Quelli con il maggior numero di guasti Dacia Sandero e Hyundai i20.

- Classe media inferiore: sempre tra i modelli del 2014, i migliori sono stati Bmw Serie1 e Audi A3, la peggiore è stata Nissan Qashqai.

- Classe media: la migliore è stata la Bmw Serie4, seguita da Audi Q5. Relativamente suscettibili ai guasti invece Ford Mondeo, Mazda 6 e Opel Insignia.



Multe in aumento

Gli incassi di Confederazione, cantoni e comuni vanno in un'unica direzione: verso l'alto.

Dal 1990 al 2014 le multe incassate sono passate da 227 a 869 milioni di franchi, un aumento del 283%. Per un confronto: la popolazione nello stesso periodo è cresciuta di appena il 22%, il rincaro è stato circa del 31%.

Oltre il 60% di questi incassi risalgono a multe stradali, spiega Philipp Rohr dell'Amministrazione federale delle finanze. Il 20% sono multe imposte dai giudici in vari settori del diritto. Il 10% sono legate all'amministrazione finanziaria o fiscale. Perlopiù si tratta di multe per violazione degli obblighi di cooperazione nell'ambito della dichiarazione fiscale e per sottrazione d'imposta.

Le polizie cantonali fanno risalire l'aumento eccezionale delle multe per violazione delle norme di circolazione all'aumento del traffico, ai nuovi metodi di rilevamento della velocità e all'aumento dei controlli.



Cavie al volante

L'elenco dei richiami auto dimostra che i più frequenti punti deboli sono gli airbag e le cinture di sicurezza.
Quest'anno sono stati richiamati 3'400 Toyota Yaris e Auris per problemi con l'airbag, che in caso di collisione si gonfia troppo o troppo poco. Il richiamo Toyota rientra perfettamente nella serie generale di richiami dell'anno scorso: airbag o blocco-cintura di sicurezza difettosi sono stati ai primi posti. Questi due elementi della sicurezza da soli rappresentano più della metà dei complessivi 1,3 milioni di richiami.

Al secondo posto ci sono problemi con finestrini, portiere e carrozzeria (14%), al terzo difetti del cosiddetto immobilizer e dell'accensione (7%). Gli esperti Adac sostengono che i consumatori «evidentemente sono sempre più spesso sfruttati come cavie». Considerando le azioni di richiamo sui diversi marchi, al primo posto c'è Mercedes con 71 casi, seguita da Renault (57) e Volkswagen (39).



Luce tossica

Amazon, Ebay e Conrad.ch vendono lampadine con troppo mercurio.

Con lo shopping online è possibile risparmiare sulle lampadine. Ma secondo i test dell'associazione tedesca Deutsche Umwelthilfe, spesso contengono sostanze nocive.

La lampadina Isotronic Cube 6-U E-14 11 W contiene una quantità di mercurio quasi doppia rispetto al consentito. Conrad.ch vendeva il modello Omnilux Es-105 230V, con un tasso di mercurio superiore al limite legale. Il mercurio può danneggiare il sistema nervoso.

Conrad ha ritirato il prodotto. Ebay dice che farà lo stesso. Amazon non ha commentato.

Consiglio: se si rompe una lampadina a basso consumo ne può fuoriuscire mercurio. Arieggiare immediatamente il locale per 15 minuti e smaltire i cocci solo successivamente.

____________________

Moby Dick, la risposta di Asipao

Una mano lava l'altra (L'Inchiesta, maggio 2017).

L'Associazione della Svizzera italiana persone affette da obesità (Asipao) ha iniziato la propria collaborazione con la Moby Dick più di un anno prima che al signor Bradanini fosse chiesto di fare parte del Comitato della Asipao e di occuparsi del settore delle attività sportive.

I corsi di acquagym non sono sussidiati dal canton Ticino. I finanziamenti provenienti dai fondi della lotteria intercantonale Swisslos vengono utilizzati dall'Asipao per attività proprie e permettono in particolare di mettere a disposizione dei membri dell'associazione una sede fisica.

Scrivete che l'Asipao, prima della collaborazione con la Moby Dick, remunerava le proprie monitrici e i propri monitori dei corsi di aquagym con un compenso di CHF 60.–/ora. Durante l'intervista de L'Inchiesta, questa cifra era stata citata in un contesto differente e a scopo puramente esemplificativo e non rappresenta quindi la realtà.

Max Hofmann, presidente Asipao, Rodi Fiesso
____________________


Conguagli falsificati cercasi testimonianze

Stando a documenti in possesso de L’Inchiesta, un'amministrazione immobiliare del Sottoceneri è sospettata di gonfiare illegalmente i conguagli delle spese accessorie con la complicità di un membro di un'autorità.

Se avete informazioni utili a questa indagine giornalistica, lasciate un messaggio allo 091 825 04 08
o scrivete a lettori@inchiesta.ch.
____________________

Lavoro nero

Le ditte sanzionate - Fine della sanzione

Mucaj Zecir, Giubiasco - 12.2017

ti.ch/lavoro-nero

Rubrica: Lavoro nero
ti.ch/lavoro-nero

Impressum Design by VirtusWeb