HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 1/2018 febbraio

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
1/2018 febbraio | pagina 28

La palestra è in piscina
Con l'acqua fitness si allenano bene fiato e muscoli. Con pilates e yoga no, perché gli esercizi sono limitati

Non tutte le attività svolte in acqua danno gli stessi risultati: acqua fitness è efficace, mentre yoga e pilates in piscina non rendono granché. Meglio la zumba.

L'attività fisica in piscina fa bene alla salute e riduce al minimo il rischio di infortunio. La spinta dell'acqua, infatti, alleggerisce i muscoli e le ossa, le articolazioni e i tendini sono protetti e la colonna vertebrale si rilassa.

Il movimento in acqua è quindi ideale per gli anziani, le persone in sovrappeso, le donne incinte e per chi ha problemi alle articolazioni o alla schiena.

Inoltre, in acqua si brucia una quantità maggiore di calorie, perché il corpo consuma più energie per non raffreddarsi. Normalmente la temperatura dell'acqua oscilla tra i 26 e i 28 gradi.

L'hydrobike aiuta a farsi il fiato
Ma qual è il corso di fitness migliore? La rivista Gesundheitstipp ne ha messi a confronto sei (vedi tabella).

Risultato: per allenare la resistenza e aumentare la massa muscolare, l'attività più efficace è l'acqua fitness. Prevede esercizi di allungamento e forza, anche con l'ausilio di attrezzi. L'allenamento avviene in vasche in cui si tocca e in altre con acqua profonda.

«Nella vasca più bassa si sta stabilmente in piedi toccando il fondo», spiega Elisabeth Herzig, responsabile della formazione all'accademia per il fitness in acqua di swimports.ch. «L'acqua dovrebbe raggiungere all'incirca l'altezza del petto». In questo modo si è sostenuti e gli esercizi di forza sono facilitati.

Per la corsa, invece, è ideale l'acqua profonda. Il corpo è tenuto a galla da giubbotti o speciali cinture. Correre contro la resistenza dell'acqua fa bene al fiato e, siccome manca il contatto con il suolo, si rinforza anche la muscolatura del tronco.

Un altro tipo di allenamento praticato in acqua è l'hydrobike: si è seduti su una cyclette con l'acqua che arriva circa all'altezza dei fianchi. L'allenamento serve soprattutto alla resistenza.

Non è molto utile alle persone di una certa età, perché forza, mobilità e coordinazione sono stimolate poco.

La zumba migliora la coordinazione
Lo yoga e il pilates in acqua sono attività più rilassanti: i corsi si svolgono in acqua calda e in vasche in cui si sta in piedi. Gli esercizi prevedono posizioni semplici come l'albero (in piedi su una gamba), meditazione e respirazione.

Queste attività, però, non allenano né la resistenza né la forza muscolare. In acqua, la maggior parte degli esercizi di pilates per il tronco non può essere eseguita, dato che occorrerebbe sdraiarsi. Idem per lo yoga, perché bisognerebbe tenere la testa sott'acqua per molto tempo.

Secondo l'esperta di fitness Fritz Bebie di Erlenbach (Zurigo), è più sensata la zumba in acqua, che unisce i balli sudamericani con gli esercizi stando in piedi nell'acqua. L'allenamento stimola soprattutto la coordinazione e la resistenza.

«Per il benessere fisico, l'allenamento è più o meno efficace a dipendenza del corso seguito e dall'intensità con la quale ognuno svolge gli esercizi», dice Bebie.

Attenzione: chi ha subito da poco un infarto cardiaco o soffre di un'ernia discale dovrebbe essere particolarmente prudente con lo sport in acqua.

Cordelia Kreft, Gesundheitstipp
Michela Salvi, Scelgo io


Impressum Design by VirtusWeb