HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 1/2018 febbraio

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
1/2018 febbraio | pagina 7

Via i sonniferi dal volante
I farmaci possono peggiorare la capacità di guida

Prima di mettervi al volante, evitate di assumere sonniferi o tranquillanti. Si rischiano la salute e il ritiro della patente.

Secondo l'Ufficio federale delle strade, dal 2011 il numero di revoche della licenza di condurre per consumo di farmaci o droghe è quasi raddoppiato. Molte persone non sanno che i loro farmaci influiscono sull'idoneità alla guida.

«I più pericolosi sono i sonniferi, i tranquillanti e gli antidolorifici forti», spiega Rolf Seeger, medico specializzato in questo settore. «Tra l'assunzione del farmaco e la guida dovrebbero passare almeno otto ore».

Anche i farmaci venduti senza ricetta, come quelli contro il raffreddore o gli antinfluenzali, possono dare sonnolenza (vedi tabella). Non bisogna per forza rinunciare alla guida, ma occorre valutare se ci si sente stanchi e si ha la sensazione di essere più lenti del solito.

I produttori rimandano alle informazioni specialistiche e ai bugiardini. Roche scrive che ai pazienti si consiglia di rinunciare a mettersi al volante o alla guida di macchinari pericolosi sul lavoro fino a quando sono coscienti dell'effetto del Valium.

Occhio al dosaggio e all'alcol
- Evitate di guidare dopo aver assunto un farmaco per la prima volta o averne modificato il dosaggio.
- Se assumete farmaci regolarmente, rinunciate alle bevande alcoliche prima di guidare.

Katharina Baumann, Gesundheitstipp
Michela Salvi, Scelgo io

Info: tiny.cc/farmaci-guida



tiny.cc/farmaci-guida

Impressum Design by VirtusWeb