HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 1/2018 febbraio

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
1/2018 febbraio | pagina 31

Sono incinta: devo cercare un impiego?
«Sono disoccupata e aspetto un bambino, quindi è difficile trovare un impiego. Devo comunque candidarmi ai posti disponibili per aver diritto alle indennità di disoccupazione?».

Sì, anche se probabilmente le possibilità di successo sono scarse.

Eccezione: negli ultimi due mesi prima della data prevista per il parto è dispensata dalla ricerca di un posto di lavoro.


In malattia il preavviso è prolungato?

«Mi sono licenziata per la fine del mese. Adesso sono inabile al lavoro perché ho preso l'influenza. La malattia prolungherà il rapporto di lavoro?».

No. Il suo rapporto di lavoro cesserà a fine mese nonostante la malattia, perché è stata lei a licenziarsi.
Il periodo di preavviso sarebbe stato prolungato se lei fosse stata licenziata dal datore di lavoro.


La cassa può visionare il referto?

«Dopo un'operazione, la mia cassa malati ha ricevuto la fattura dell'ospedale. Ora ha chiesto il certificato di dimissione e il referto dell'intervento. Ma ha diritto di visionare tutti questi atti?».

No, perché contengono dati personali particolarmente degni di protezione che non riguardano la cassa malati.

L'assicurazione può chiedere soltanto i dati necessari per chiarire quali prestazioni deve rimborsare.
Lei, inoltre, può pretendere che l'ospedale trasmetta queste informazioni mediche soltanto al medico di fiducia della cassa malati.


Da Zugo a Berna: devo versare la differenza?

«Nel 2013 mi sono trasferita da Zugo a Berna. Per un fraintendimento, da allora ho pagato alla mia cassa malati Egk i premi più bassi del canton Zugo. Ora l'assicurazione pretende che versi in un colpo solo fr. 6'487.-, cioè la differenza per cinque anni. Devo pagare?».

Sì. Lei deve pagare alla cassa malati il premio calcolato in base al suo luogo di domicilio, cioè Berna. I diritti della cassa malati sui premi degli ultimi cinque anni non sono ancora prescritti.
Consiglio: chieda alla sua cassa malati se è possibile rateizzare il pagamento.


La disdetta tardiva non è valida?

«Lo scorso novembre ho disdetto la mia assicurazione complementare per la fine del 2017. La cassa malati mi ha comunicato che il preavviso di disdetta è di tre mesi e che quindi la disdetta non è valida. È vero?».
No. Se la cassa malati l'ha ricevuta, la disdetta è da considerarsi valida.

Se è tardiva, sarà automaticamente valida per il prossimo termine possibile di disdetta.

Di conseguenza, il suo rapporto assicurativo cesserà alla fine del 2018. Non è necessaria un'altra disdetta.
Consiglio: conservi la ricevuta postale della raccomandata inviata alla cassa malati e la copia della disdetta.


E la maternità surrogata?

«Non posso avere bambini. Vorrei trovare una madre surrogata che porti a termine una gravidanza per me. In Svizzera è permesso farlo?».

No. E se dovesse trovare una madre surrogata all'estero, rischierebbe che le autorità svizzere non le riconoscano la maternità del bambino.

Impressum Design by VirtusWeb