HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 1/2018 febbraio

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
1/2018 febbraio | pagina 28

Se muoio, chi paga gli alimenti all’ex?
«Dopo aver divorziato nel 2002, verso mensilmente gli alimenti alla mia ex moglie, anche ora che mi sono risposato. Ma mi chiedo: chi glieli verserà dopo il mio decesso?»

In caso di decesso dell’ex marito, il contributo di mantenimento viene a cadere.

Secondo la Legge federale sull’assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti(1), l’ex moglie riceverà una rendita di vedovanza Avs:

- Se ha un figlio e il matrimonio è durato almeno dieci anni.

- Se il matrimonio è durato almeno dieci anni e la donna ha divorziato dopo i 45 anni.

- Se il figlio più giovane ha compiuto 18 anni dopo che la madre ha compiuto i 45 anni.

Se nessuna di queste tre condizioni è soddisfatta, la rendita di vedovanza dura finché l’ex moglie deve occuparsi di figli minorenni.

Inoltre, l’Ordinanza sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità(2) prevede che l’ex moglie abbia diritto alla rendita della cassa pensioni:

- Se il matrimonio è durato almeno 10 anni.

- Se nella sentenza di divorzio ha ricevuto un contributo di mantenimento sotto forma di una rendita.

Se la rendita della cassa pensioni sommata alla rendita Avs supera il contributo di mantenimento indicato nella sentenza di divorzio, la cassa può rifiutarsi di versare la parte eccedente tale contributo.

(1)tiny.cc/Lavs-divorziati (art. 24a)
(2)tiny.cc/previdenza (art. 20)



Shopping sul web: vale la legge svizzera o tedesca?

«Ho acquistato su internet un laptop da una ditta tedesca. L’apparecchio mi è stato consegnato danneggiato, ma il venditore declina qualsiasi responsabilità. Nelle condizioni generali c’è scritto che in caso di contenzioso i tribunali competenti sono quelli tedeschi. Questo è vincolante anche per un acquirente svizzero?»

No. Il contratto stipulato è un contratto d’acquisto con un consumatore. Per i consumatori che vivono in Svizzera e che ordinano qualcosa all’estero, la legge ha specifiche disposizioni protettive. Queste le permettono di citare il venditore del laptop presso il suo domicilio in Svizzera. La procedura seguirà la legge svizzera.

Sono considerati contratti conclusi con consumatori quelli che concernono prestazioni di uso quotidiano per necessità personali o familiari.
tiny.cc/Lavs-divorziati
tiny.cc/previdenza

Impressum Design by VirtusWeb