HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 2/2018 aprile

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
2/2018 aprile | pagina 4

Viaggiatori a sbafo sulla lista nera
Da aprile 2019 anche chi acquista involontariamente un biglietto sbagliato sarà schedato in un registro nazionale.

Finora i dati dei passeggeri pizzicati senza titolo di trasporto valido erano iscritti solo nei registri delle singole aziende. In futuro le informazioni saranno centralizzate. I trasgressori pagano la prima volta una multa di fr. 90.- più il prezzo del biglietto o un importo forfetario di fr. 10.-. In caso di recidiva, la multa aumenta a fr. 130.- e poi a fr. 160.-. Dopo la terza infrazione si rischia una denuncia penale.

Nel registro centrale finiranno anche i passeggeri che per errore hanno acquistato un biglietto sbagliato. Le informazioni saranno cancellate al più presto dopo due anni.

Non è ancora chiaro se sarà schedato anche chi dimentica a casa l’abbonamento o ha il biglietto sul cellulare scarico.

Con il registro nazionale, gli utenti dei mezzi pubblici saranno trattati molto più severamente degli automobilisti. Nella circolazione stradale esiste un registro per le infrazioni gravi ma non per il divieto di sosta o l’eccesso di velocità.

Astrid Epiney, professore di diritto pubblico all’Università di Friborgo, è critico nei confronti del registro nazionale. Una svista al momento di acquistare il biglietto sarebbe trattata come un’infrazione volontaria. È pertanto discutibile se l’iscrizione è proporzionata e tiene in giusta considerazione il principio del trattamento equo.

mf/ms


Impressum Design by VirtusWeb