HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 3/2018 maggio

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
3/2018 maggio | pagina 11

Telefonia mobile: i trucchi di Berna
Il Consiglio degli Stati dice no ad antenne più potenti. E il governo cerca altre strade

Lo scorso marzo il Consiglio degli Stati ha rigettato di misura la possibilità di esporre la popolazione a un maggiore irradiamento delle antenne di telefonia mobile. E questo nonostante un massiccio lobbying che mirava a convincerlo ad aumentarne i valori limite.

Una settimana dopo, la consigliera federale Doris Leuthard ha comunicato al Consiglio nazionale che si potrebbe considerare un adeguamento dei sistemi di misurazione e calcolo. Ciò permetterebbe un «aumento moderato della capacità» degli impianti esistenti senza alleggerire i valori limite.

Il direttore di Medici per l'ambiente Martin Forter è scandalizzato: «Non si tratta solo di un aumento della capacità, ma anche di una maggiore intensità dell'irradiamento».

Nel dipartimento di Doris Leuthard, i metodi di calcolo e misurazione sono di competenza dell'Ufficio federale dell'ambiente. Questo conferma che gli attuali sistemi per rilevare il rispetto del valore limite d'irradiamento delle antenne sono oggetto di verifica: «Dal punto di vista metodico, ci sono alcune riserve implicite che oggigiorno non sono più giustificate».

Impossibile quantificare l'irradiamento futuro
Per esempio, determinati materiali costruttivi schermerebbero l'irradiamento delle antenne in modo più efficace di quanto finora considerato nei calcoli. In altre parole: se non si possono cambiare i valori limite, basta modificare i sistemi di misurazione e calcolo.

Ma di quanto aumenterà l'irradiamento delle antenne una volta applicati i nuovi metodi? «Attualmente non è possibile un'indicazione quantitativa», risponde l'Ufficio federale.

Gery Schwager, K-Tipp
Michela Salvi, L'Inchiesta

Impressum Design by VirtusWeb