HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 3/2018 maggio

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
3/2018 maggio | pagina 31

Possono mettere la foto di casa nostra su internet?
«Siamo proprietari di una casa monofamiliare, che da qualche tempo appare sul sito internet di un'agenzia immobiliare. In primo piano si vede un terreno in vendita e sullo sfondo la nostra casa. È permesso?»

Sì. Le case situate su terreni aperti al pubblico possono essere raffigurate, indipendentemente dal fatto che si trovino su un terreno privato, sempre che siano visibili a occhio nudo. Questo vale anche per gli usi commerciali, per esempio la gestione di un sito internet immobiliare.

Fintanto che sulla foto non sono riconoscibili persone o locali interni, non si tratta di un'intromissione nella sfera privata.
Dovrete pertanto accettare la pubblicazione della foto di casa vostra.


Non mi ridanno la bici: cosa posso fare?

«Ho prestato la mia bici a una conoscente. Ora la rivorrei, ma lei dice che gliel'ho regalata. Cosa posso fare?»

La sua conoscente deve dimostrare che lei gliel'ha regalata davvero, per esempio con un contratto di donazione scritto o dei testimoni.
Se non è in g
rado di presentare queste prove, dovrà restituirle la bicicletta.


Prepensionato: devo pagare i contributi Avs?

«Dall'inizio del 2017 sono in pensionamento anticipato. Mia moglie lavora ancora al 70% perché non ha raggiunto l'età di pensionamento. In qualità di persona non esercitante attività lucrativa, devo pagare i contributi Avs?»

No. In questo caso, è determinante che sua moglie stia ancora lavorando e che nel 2017 abbia pagato almeno il doppio del contributo Avs minimo insieme con il datore di lavoro.

Il contributo Avs minimo è di fr. 478.-, il doppio ammonta dunque a fr. 956.-. Questo contributo è raggiunto se il reddito annuale lordo di sua moglie è di almeno fr. 9'334.-.

Lo stesso varrebbe anche se, per esempio, a metà anno sua moglie fosse andata in pensione anticipata. Se fino a quel momento avesse pagato il doppio del contributo Avs minimo, per l'intero 2017 sia lei sia sua moglie sarete esonerati dall'obbligo contributivo Avs per persone senza attività lucrativa.


Senza lavoro: dove verso il 2° pilastro?

«Ho 61 anni e ho perso il mio posto di lavoro. Posso far versare i miei averi di vecchiaia di cassa pensioni su due conti di libero passaggio?»

Sì, però dovrà annunciarsi in disoccupazione. Questo perché lei è già in un'età in cui potrebbe andare in pensione.

La maggior parte delle casse pensioni permette il pensionamento già dai 58-60 anni d'età. Per principio, dovrebbe farsi versare la rendita ridotta dalla cassa o il capitale di vecchiaia in contanti. Oppure scegliere una riscossione mista.

Il versamento su un conto di libero passaggio è possibile solo se lei continuerà a cercare lavoro e lo dimostra. Il modo più semplice per farlo è annunciarsi in disoccupazione.

Impressum Design by VirtusWeb