HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 3/2019 giugno

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
3/2019 giugno | pagina 10

Ffs, sportelli a picco
L’inefficiente servizio offerto in stazione spinge ad acquistare i biglietti elettronici

Entro il 2025 le Ffs vorrebbero smantellare sportelli e automatici. E sono sulla buona strada: la metà dei biglietti venduti è in formato elettronico.

I canali di vendita mobili delle Ffs sono sempre più utilizzati, a discapito degli sportelli e degli automatici. Questo si traduce nello smantellamento dei servizi.

- Sportelli. Nel 2002 le Ffs li gestivano in 334 stazioni. Nel 2018 erano solo 156.

- Orari d’apertura. A Berna, la seconda stazione svizzera per importanza, gli sportelli chiudono alle 21, durante il fine settimana alle 20. In molte stazioni più piccole, sono chiusi alla domenica, in alcune pure il sabato.

- Tempi d’attesa. Molto spesso gli sportelli aperti sono pochi e i tempi di attesa possono raggiungere i 30 minuti.

- Automatici. Alle entrate delle aree in cui ci sono gli sportelli, i dipendenti spiegano i vantaggi degli automatici. Molti di questi, però, hanno raggiunto la fine della loro durata di vita e una parte non sarà sostituita, in particolare in campagna.

- Biglietti risparmio digitali. Chi vuole approfittare di un biglietto risparmio deve acquistarlo in modo elettronico. I biglietti scontati non sono disponibili né allo sportello né all’automatico.

Tra sei anni solo documenti di viaggio elettronici
In altra parole, le Ffs obbligano i clienti ad acquistare i biglietti in modo elettronico, per poi far credere che sia una libera scelta del cliente.

«Non vogliamo né rendere più difficile né meno attraente l’acquisto dei biglietti», dicono. «Sempre più clienti usano i canali digitali».

Eppure nel mandato di progetto dell’organizzazione tariffaria Ch-direct si legge che, entro il 2025, i biglietti cartacei e i relativi canali di vendita, cioè sportelli e automatici, dovranno essere in gran parte smantellati.

Le Ffs sono sulla buona strada per raggiungere gli scopi che si sono prefissate. Cinque anni fa vendevano l’83% dei biglietti allo sportello e all’automatico, oggi il 55%.

Marco Diener, K-Tipp
Michela Salvi, Spendere Meglio

Impressum Design by VirtusWeb