HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 3/2019 giugno

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
3/2019 giugno | pagina 30

Ho tamponato: l’Rc non risponde?
«A casa dei miei genitori ho tamponato l’auto di mio padre. La mia assicurazione Rc auto non vuole assumere i costi del danno, rimandando a una disposizione delle condizioni generali. Devo accettarlo?»

Sì. La legge sulla circolazione stradale permette agli assicuratori di automobili di escludere dalle pretese per danni materiali il coniuge, il partner registrato, i parenti in linea retta e i fratelli e le sorelle che vivono in comunione domestica con il proprietario dell’auto.

Evidentemente la sua assicurazione ha ripreso questa clausola nelle proprie condizioni.

Questa regola non vale solo in questo caso, ma anche per altri danni materiali, per esempio alla staccionata dei suoi genitori.


In ospedale a New York: mi rimborsano?

«Ad aprile ero a New York con mia moglie. Ci siamo sentiti male e siamo andati all’ospedale. Abbiamo dovuto sborsare, tra medici e farmaci, 700 dollari. Al nostro rientro abbiamo trasmesso tutta la documentazione alla cassa malati, che però si è rifiutata di pagare. Essendo assicurati con il modello Telmed, avremmo dovuto chiamare il centro di telemedicina prima di andare in ospedale.
Ha ragione la cassa ?»

Sì. In caso di necessità, chi ha il modello Telmed è tenuto a servirsi dell’assistenza medica telefonica. Se sono necessari accertamenti o trattamenti, sarà lo specialista a indirizzare il paziente a un medico o all’ospedale.

Ci sono però eccezioni. Per esempio in caso di urgenza, cioè se si rischia di morire o se serve un trattamento immediato: non si è tenuti a chiamare prima, ma bisognerà farlo nei giorni immediatamente successivi.

Consiglio: leggete bene le condizioni del modello Telmed della vostra cassa malati per verificare altre eventuali eccezioni.


Ho ristrutturato il bagno: sarò risarcito?

«Ho disdetto il contratto d’affitto del mio appartamento. Alcuni anni fa avevo ristrutturato il bagno con l’autorizzazione del proprietario. Ho diritto a un risarcimento per questo investimento?»

Sì, sempre che l’oggetto in locazione ne abbia tratto un netto plusvalore. Inoltre, il proprietario deve aver autorizzato per iscritto la ristrutturazione.

Il risarcimento per il suo investimento sarà calcolato sulla base del valore al momento del suo trasloco. Dovrà quindi concedere una deduzione per l’usura.


Un mandato precauzionale a mia figlia?

«Vorrei stilare un mandato precauzionale. Mia figlia dovrebbe rappresentarmi nelle questioni personali e finanziarie, qualora diventassi incapace di discernimento. Ma solo se mio marito non fosse più in grado di farlo. È possibile?»

Sì. Nel mandato precauzionale dovrà stabilire a chiare lettere che il suo primo rappresentante sarà suo marito e che sua figlia sarà la sostituta.

Stabilisca che il mandato a sua figlia sarà efficace solo dal momento in cui suo marito non dovesse più poterla rappresentare.


Impressum Design by VirtusWeb