HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 2/2020 aprile

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
2/2020 aprile | pagina 20

Così non butti via i soldi
Quasi tutte le pattumiere a pedale sono resistenti e pratiche. Per acquistarne una piccola bastano solo 17 franchi

Su dodici secchi per la spazzatura, solo uno raggiunge appena la sufficienza. Enormi le differenze di prezzo tra un modello e l’altro.

Un secchio per i rifiuti dovrebbe essere robusto, pratico da usare e stabile. Nel test con sette modelli piccoli e sette grandi, la maggior parte ha ottenuto un buon giudizio globale.

Le differenze di prezzo sono però enormi: da fr. 14.95 a ben fr. 176.-. Le detrazioni applicate sono dovute perlopiù alla poca praticità dei prodotti.

Tra i secchi più piccoli, il migliore è il secondo meno caro, Snäpp di Ikea (vedi tabella): questo modello funziona in modo perfetto anche dopo 12 mila aperture e chiusure (vedi “I criteri del test”). Il pedale è pratico e i sacchi possono essere tolti facilmente. Il secchio presenta però spigoli vivi all’interno.

Il secondo classificato, Newicon di Brabantia, è altrettanto buono, ma costa quasi tre volte di più. Contrariamente al modello Ikea, il coperchio non fa quasi alcun rumore perché ha una chiusura ammortizzata. Svantaggio: il secchio è meno robusto e si è ammaccato più facilmente.

T2 M di Hailo è il peggiore di tutti
Le pattumiere Kis, Diaqua e Venus hanno ottenuto un buon punteggio complessivo, però sono meno pratiche e i loro pedali funzionano peggio. Inoltre, si aprono e chiudono con difficoltà con il sacco inserito. Il modello di Diaqua non si chiude completamente.

L’unico secchio ad aver ricevuto la sufficienza è T2 M di Hailo. Si è danneggiato durante il test di durata e il coperchio si apriva solo a fatica e parzialmente. Hailo scrive che si tratta di un modello di fine serie.

Tra i modelli più capienti da 30-40 litri ha vinto Simple Human, ed è il solo ad aver ottenuto un giudizio globale molto buono. È molto robusto e pratico da usare. Il coperchio si apre lasciando molto spazio. Quando lo si apre, il secchio si inclina pochissimo ed è molto stabile.

Tre prodotti si arruginiscono
Per meno di 60 franchi si possono acquistare prodotti di buona qualità: Curver e Rotho sono robusti quanto il migliore del test. Non sono però altrettanto pratici: il primo è difficile da spostare, dal secondo è faticoso togliere il sacco.

Il laboratorio ha verificato anche se i secchi arrugginiscono. Gli esperti li hanno bagnati con una soluzione di acqua salina per sette giorni.

Risultato: Venus e Mjösa di Ikea hanno formato tracce di ruggine sul pedale, Hornbach su una vite.

Tutti gli altri prodotti non si sono arrugginiti. Il criterio non è stato inserito nella valutazione perché alcune pattumiere del test non hanno parti che potrebbero formare ruggine.


I criteri del test

Il laboratorio di prova Pzt di Wilhelmshaven (Germania) ha provato 14 pattumiere, 7 con capienze da 30 a 40 litri e 7 da 10 a 12, considerando i seguenti criteri:

- Robustezza
Ogni pedale è stato attivato per 12 mila volte, corrispondenti a 3 anni e mezzo di utilizzo aprendo e chiudendo il secchio dieci volte al giorno. Sui secchi è stata fatta cadere una sfera metallica di cinque chili, da due e da quattro centimetri d’altezza. È stata verificata anche la lavorazione dei prodotti (spigoli vivi eccetera).

- Praticità
Gli esperti hanno valutato se gli usuali sacchi svizzeri da 17 e 35 litri sono adatti alle pattumiere testate (facilità a inserire e togliere il sacco e ad aprire e chiudere con il sacco inserito), se i secchi sono facili da pulire e se possono essere spostati e trasportati senza problemi.

- Stabilità
Le pattumiere sono stabili? Tendono a rovesciarsi se si preme il pedale con troppa fretta?

Lukas Bertschi, Saldo
Michela Salvi, Spendere Meglio

Impressum Design by VirtusWeb