HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 4/2020 agosto

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
4/2020 agosto | pagina 8

Liberi sotto le stelle? Dipende
Il campeggio non ufficiale è regolato da cantoni e comuni. Ecco chi lo permette e chi no

In Svizzera non si può campeggiare ovunque in libertà. Alcuni cantoni come il Ticino vietano di farlo sul suolo pubblico.

Chi non trova posto nei camping ufficiali e vuole campeggiare liberamente deve fare attenzione: non ovunque lo si può fare. I cantoni e spesso i singoli comuni hanno proprie regole. Per principio, per pernottare su fondi privati bisogna prima ottenere l’autorizzazione del proprietario. Sul suolo pubblico, il campeggio libero è generalmente vietato nelle riserve naturali, nelle bandite di caccia, nelle zone di tranquillità per la fauna selvatica e nel Parco nazionale svizzero.

Zugo: sì ai camper per una notte
In alcuni cantoni il campeggio libero di breve durata è per principio ammesso, come a Uri e Soletta. Alcuni comuni solettesi, però, hanno emanato divieti per determinate zone.

Nel canton Obvaldo campeggiare al di fuori dei campeggi ufficialmente autorizzati è in generale vietato, ma il singolo pernottamento è tollerato senza autorizzazione.

Prima di montare la tenda in altri cantoni, i campeggiatori dovrebbero chiamare il comune competente e chiedere l’autorizzazione. Questo vale ad Appenzello Interno ed Esterno, Argovia, Basilea Campagna, Friburgo, Ginevra, Giura, Glarona, Grigioni, Lucerna, San Gallo, Sciaffusa, Vaud e Zurigo.

A Turgovia non è permesso il campeggio libero nel bosco. Nei cantoni di Basilea Città, Neuchâtel e Ticino è vietato campeggiare liberamente ovunque sul suolo pubblico.

Ma dove ci si può fermare con il camper? Secondo la Legge federale sulla circolazione, i veicoli possono essere parcheggiati solo dove non ostacolano o mettono in pericolo il traffico. Se possibile, bisogna utilizzare i posteggi.

A livello nazionale, per esempio, è vietato parcheggiare sulle strade principali fuori delle località, e anche all’interno qualora non rimanga spazio a sufficienza perché si possano incrociare due veicoli. Altri divieti e limitazioni comunali vanno chiaramente segnalati.

Nel Vallese è consentito lasciare camper e rimorchi nei parcheggi e sulle strade pubbliche senza autorizzazione e per un massimo di dodici ore.

Nella città di Zugo è permessa la sosta con il camper per una sola notte.

Consiglio: prima di partire, informatevi sulle norme cantonali* e contattate il comune in cui desiderate fermarvi.

cet, ms

*tiny.cc/campeggio-Tcs




Col giubbotto giusto salvi il borsellino

Per lo stesso giubbotto di salvataggio si rischiano di pagare decine di franchi di troppo. Lo dimostra un confronto.

Chi va in canotto lungo i fiumi e sui laghi svizzeri deve dotarsi di un mezzo di salvataggio, altrimenti rischia una multa. Può usare salvagenti, giubbotti o boe. I prodotti più pratici sono quelli che si gonfiano autonomamente quando si tira l’apposito laccetto. I modelli leggeri a cintura si indossano attorno al collo o come cintura in vita.

Prima di acquistarli conviene confrontare i prezzi, perché le differenze sono notevoli:

- Secumar Vivo 100, arancione: il giubbotto di salvataggio consigliato dall’Upi costa fr. 119.- da SportXx, fr. 109.95 da compass24.ch. La città di Berna ne offre un numero limitato nel libero commercio a fr. 85.-, da ordinare per e-mail*.

- Baltic Winner 150N, nero: il giubbotto con cinture regolabili è in vendita da Jumbo e ycnautica.ch a fr. 199.-, da rescue-me.ch a fr. 169.-. Decathlon offre un modello simile del marchio interno Tribord a fr. 95.-.

- Restube Classic, vari colori: questo marsupio è dotato di bombole di CO2 che, tirando il laccetto, gonfiano una boa gialla. Da Ochsner Sport costa fr. 109.90, da Tchibo fr. 69.95.

rb,ms

*logistikbern@bern.ch

tiny.cc/campeggio-Tcs

Impressum Design by VirtusWeb