HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 4/2020 agosto

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
4/2020 agosto | pagina 13

Aria fresca a buon mercato
Su undici ventilatori, tre a piantana ottengono un buon giudizio globale. Tra questi, uno che costa appena 40 franchi

I ventilatori a piantana muovono più aria di quelli a colonna, sono stabili e consumano poca elettricità.

La trasmissione televisiva Kassensturz ha analizzato in una galleria del vento undici ventilatori dai prezzi compresi tra 40 e 180 franchi. Alcuni sono a piantana, altri a colonna. Il laboratorio ha verificato la potenza del soffio d’aria, il rumore, il consumo elettrico e la stabilità degli apparecchi.

Risultato: i modelli a piantana garantiscono un maggiore flusso d’aria, quelli a colonna sono più silenziosi.

«Per evitare un’inutile diffusione dei virus, al momento i ventilatori dovrebbero essere usati con prudenza» dice l’esperto in ventilazione e clima ambientale Christian Stäuble, rimandando in particolare all’epidemia di coronavirus. «Lo sconsiglierei in un ufficio open space».

Tre ventilatori a piantana, ognuno con tre regolazioni di velocità, hanno ottenuto un buon giudizio globale. Tra questi, un modello economico di Go On.

Giudizio globale buono:
- Tristar Ve-5804 (79 punti su 100, fr. 129.95, mediamarkt.ch)
- Go On Rd-40B (77 punti, fr. 39.90, jumbo.ch)
- Primotecq Stv 20 (77 punti, fr. 79.90, fust.ch).


Consigli

Provalo in negozio e a casa posizionalo nel modo giusto

- Funzionamento
A differenza degli impianti di climatizzazione, i ventilatori non abbassano la temperatura ambientale ma si limitano a muovere l’aria.
Accelerando l’evaporazione dell’umidità dalla pelle, danno una sensazione di freschezza. Ma a chi è sensibile la corrente d’aria può causare problemi.

Inoltre, fanno svolazzare la polvere. Non vanno puntati né verso le persone né verso terra, ma in direzione dello spazio libero del locale.

- Consumo elettrico
I ventilatori consumano relativamente poco. Quasi nessun modello ha una prestazione superiore a 60 Watt. A una durata di attivazione di 100 ore, un apparecchio consuma circa 6 Kilowattora, circa un millesimo del consumo elettrico annuale di un’economia domestica.

- Testa del ventilatore
Per i modelli a piantana è sufficiente un diametro delle pale di 40-45 centimetri. Quelle in materiale sintetico relativamente leggere scorrono più silenziosamente delle pale in metallo duro. Provate il ventilatore in negozio e ascoltate con attenzione.

Inoltre, l’angolo d’inclinazione dovrebbe essere regolabile. Una testa che può oscillare a destra e a sinistra crea un raffreddamento delicato senza effetto corrente d’aria.

- Rete di protezione
Più è piccola la maglia della rete più si riduce il pericolo che finiscano nel rotore le dita o altri oggetti.

- Altezza e appoggio
Un ventilatore a piantana con altezza regolabile è facile da posizionare e può essere direzionato in modo più mirato. È importante che abbia una base grande e stabile per poggiare sul pavimento in modo fermo e sicuro.

- Regolazione
La maggior parte dei ventilatori può essere regolata con i tasti. Alcuni sono dotati anche di comando a distanza e di timer.

- Ventilatori a colonna
Generalmente sono alti da 80 a 90 centimetri, sono più silenziosi dei modelli a piantana e creano meno vento. Con i rotori disposti su quasi tutta l’altezza, muovono bene l’aria.

Thomas Vonarburg, K-Tipp
Michela Salvi, Spendere Meglio

Impressum Design by VirtusWeb