HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 4/2020 agosto

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
4/2020 agosto | pagina 28

Ho una procura: è sufficiente dare il mio nome?
«Il mio compagno mi ha dato la procura. È sufficiente indicare il mio nome quando agisco per conto suo?»

No. Per rappresentarlo legalmente, deve identificarsi come suo rappresentante. Ai partner contrattuali dev’essere chiaro che lei agisce per conto del suo compagno e non per se stessa. Se non lo fa, ha agito a nome suo e si è personalmente impegnata contrattualmente.

La situazione sarebbe diversa in casi eccezionali. Per esempio, quando è evidente dalle circostanze che lei rappresenta il suo partner.



Posso chiedere informazioni sul portinaio?

«Sono un inquilino di una palazzina. Pago un portinaio tramite le spese accessorie, ma non sono molto soddisfatto del suo lavoro. Posso chiedere al proprietario informazioni sulle sue mansioni?»

Sì. Gli inquilini hanno il diritto di visionare tutti i giustificativi delle spese accessorie fatturate loro in parte o integralmente.

Tale diritto comprende anche il contratto di portineria e il mansionario del portinaio.

Può prendere visione dei documenti recandosi nell’ufficio dell’amministrazione o, più semplicemente, chiedere per iscritto di riceverne una copia.



Accusatore privato dopo l’incidente: cosa significa?

«Sono stato investito da un’automobile e ho riportato alcune ferite. Il ministero pubblico mi ha scritto che devo decidere se querelare l’autore dell’incidente e partecipare al procedimento penale in qualità di accusatore privato. Cosa significa?»

Significa che sarà parte in causa nel procedimento penale. Avrà accesso alla documentazione e potrà chiedere un risarcimento danni per le spese sanitarie non coperte, e una riparazione per torto morale.

Dovrà definire e motivare le sue pretese pecuniarie nel modo più preciso possibile. Saranno così maggiori le possibilità di ottenere un risarcimento dal tribunale penale, procedura che non comporta costi.

Se invece dovesse intentare una procedura civile, in caso di sconfitta dovrà pagare le spese.



Sul sito web devo indicare il mio indirizzo privato?

«Vorrei aprire un sito internet per la mia attività da indipendente. So che deve avere l’impressum, ma non ho un indirizzo commerciale. Devo indicare quello privato?»

Sì. Chi offre merci o servizi sul web deve dare chiare e complete indicazioni sulla propria identità e l’indirizzo di contatto.

Nell’impressum dovrà pubblicare almeno il suo nome e cognome, così come il suo indirizzo postale ed elettronico.



Il proprietario ha l’obbligo di sostituire la moquette?

«Prima di trasferirmi vent’anni fa nell’appartamento in cui vivo in affitto, era stata posata una nuova moquette in soggiorno. Ora è in cattivo stato: il proprietario deve sostituirla?»

Sì. In qualità di inquilino, deve accettare le tracce di normale usura. Ma se il tappeto è in pessimo stato, il proprietario deve sostituirlo.

Gli scriva subito e lo renda attento al problema. Se si rifiuta di sostituire il tappeto, può chiederne la sostituzione presso l’autorità di conciliazione in materia di locazione.

Impressum Design by VirtusWeb