HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 6/2007 novembre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2007 novembre | pagina 8

Curano il diabete ma danneggiano il cuore
Alcuni nuovi farmaci possono avere gravi effetti collaterali

Avandia e Actos sono farmaci per il trattamento del diabete cari e pericolosi per il cuore. Secondo alcuni esperti, dovrebbero sparire dal mercato.

Quando i due farmaci Actos e Avandia sono entrati in commercio, gli slogan pubblicitari dei produttori parlavano di un futuro roseo e una nuova speranza per i diabetici.

Entrambi contengono nuove sostanze attive chiamate glitazoni, che dovrebbero migliorare l'efficacia dell'insulina. Questi farmaci sono però molto cari: una dose quotidiana può costare fino a fr. 4.-: ossia anche cinque volte di più dei farmaci tradizionali.

Ma ora, tra gli esperti si diffonde una certa disillusione. Sempre più ricerche concludono che questi medicamenti hanno seri effetti collaterali. Uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine segnala che Avandia, di Claxo Smith Kline, aumenta potenzialmente il rischio d'infarto. Anche Actos può portare a insufficienze croniche cardiache e fibrillazione.

Inoltre, per entrambi i farmaci si aggiunge un aumento del rischio di fratture alle ossa per le donne.

Di vantaggi a lungo termine non ne sono stati trovati finora né per Actos né per Avandia, come afferma Erzel Gysling, medico editore della rivista Pharma-Kritik.

Per molti esperti, quindi, i dottori non dovrebbero più prescrivere questi due medicamenti. «Bisognerebbe togliere Avandia dal mercato, oppure utilizzarlo soltanto per effettuare studi», afferma Gysling. Anche l'Arznei-Telegramm arriva alla stessa conclusione. Inoltre, scrive che anche Actos è sconsigliato a causa dei rischi per il cuore.


Il foglietto illustrativo deve avvertire

L'autorità americana che controlla i prodotti farmaceutici ha deciso che entrambi i medicamenti devono contenere note d'avvertenza.

Anche Swissmedic adatta le informazioni sul foglietto illustrativo. Ma né Swissmedic né altre autorità ritengono necessari ulteriori interventi.

Glaxo Smith Kline minimizza e rimanda alle autorità americane, che lasciano Avandia sul mercato. «Siamo convinti che Avandia è tollerabile se i medici lo prescrivono correttamente», sostiene il portavoce Eric Bandle.

Questa affermazione si basa su uno studio secondo cui gli effetti di Avandia durano di più rispetto ai medicamenti tradizionali.

Takeda, produttrice di Avandia, ammette che il suo farmaco porta a insufficienze cardiache, che però sarebbero «reversibili», come spiegato sul foglietto illustrativo. Actos ha comunque dimostrato di diminuire i rischi d'infarto e apoplessia. Due terzi dei pazienti diabetici muoiono di queste malattie.


Esistono alternative meno costose

Ai medicamenti costosi ci sono soluzioni alternative meno care, come le sostanze sulfaniluree o la metformina. «Di questi medicamenti è stata provata l'efficacia» dice Gysling.

In ogni caso, i medicamenti sono solo un'alternativa per i diabetici di tipo 2 (il diabete della vecchiaia).

Spesso, i pazienti riescono a tenere sotto controllo il diabete senza l'aiuto della chimica, facendo invece movimento e mangiando bene.

Tobias Frey
Ursula Fortmann



Consigli - Una sana alimentazione è fondamentale

- Mangiate cereali, verdura, legumi, zuccheri di frutta: questi permettono alla glicemia di non aumentare troppo.
- 20-30 grammi di zucchero ripartiti durante la giornata sono permessi.
- Mangiate pochi grassi. Evitate i prodotti per diabetici ricchi di grassi.
- Consumate acidi grassi insaturi. Sono contenuti in oli vegetali di oliva, colza, girasole, cardo, nonché negli oli di pesce.
- Assumete tutti i giorni, alternando, una porzione di formaggio, pesce e altri alimenti ricchi di proteine.
- Muovetevi regolarmente almeno mezz'ora al giorno. Questo stimola l'insulina nel corpo.

Impressum Design by VirtusWeb