HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 1/2008 gennaio

Nome: Scelgo io
Nato il:
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
1/2008 gennaio | pagina 1

Golosi senza strafare
L'associazione dei consumatori australiani "Choice" ha assegnato il "Shonky awards 2007" alla Nutella, una sorta di Oscar, ma in negativo, ai prodotti ritenuti bugiardi e poco salutari.

L'azienda italiana della crema al cioccolato farebbe una pubblicità scorretta, poiché spaccia la Nutella per un prodotto a basso indice glicemico con pochi grassi e poco zucchero.

In realtà, secondo l'associazione, la Nutella è prodotta con oli vegetali e zucchero per almeno l'85% e soltanto il 13% di nocciole. E mangiando 100 grammi di crema si incamerano oltre 500 chilocalorie.

Il consiglio di "Choice" è drastico: togliete la Nutella dalle grinfie dei bambini, per evitare che l'obesità, sempre più frequente in Australia tra i più piccini, dilaghi.

Dal punto di vista nutrizionale, il consiglio sarà anche corretto. Ma, detto tra noi, può andare un tantino di traverso a chi, come la sottoscritta, è cresciuta a pane e Nutella: chili di crema spalmati per anni, miriadi di cucchiai affondati con golosità nel vasetto e contenitori di vario genere collezionati in un numero imprecisato.

In fondo, basterebbe gustare il prodotto in maniera equilibrata, senza strafare, come qualunque altro alimento. Solo se si perde il controllo, il rischio di ingrassare e mettere in crisi l'intestino è dietro l'angolo. Scongiurati questi pericoli, togliereste ai vostri figli la Nutella?

antonella.sicurello@scelgoio.ch

Impressum Design by VirtusWeb