HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 1/2008 gennaio

Nome: Scelgo io
Nato il:
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
1/2008 gennaio | pagina 10

Se il letto vien bagnato, il bambino rimane frustrato
Lo spray alla desmopressina contro l'enuresi può ingrossare il cervello e condurre al coma

Ai bambini che fanno la pipì a letto, i medici spesso prescrivono uno spray che contiene ormoni. Gli specialisti mettono però in guardia contro i rischiosi effetti collaterali.

L'enuresi, ossia il fare la pipì a letto, è un problema fastidioso. Bisogna cambiare il letto ogni giorno e lavare montagne di biancheria. In più, per i bambini è spesso imbarazzante.

In questi casi, i medici prescrivono spesso uno spray che contiene il principio attivo desmopressina, un ormone sintetico che impedisce alla vescica di riempirsi troppo velocemente durante la notte. Lo spray si trova in commercio con i nomi Nocutil e Minirin. Il principio attivo esiste anche in pastiglie.


Tre volte più rischioso delle pastiglie

Ma gli spray triplicano il rischio di effetti collaterali rispetto alle pastiglie, come scrive la rivista specializzata Arznei-Telegramm, e possono facilmente portare a un iperdosaggio, facendo accumulare nell'organismo sempre più acqua.

Il bambino aumenta di peso, si sente stanco e ha la nausea. Nel peggiore dei casi, il cervello si ingrossa e il bimbo accusa crampi e uno stato confusionale tale da portare al coma.

Nel maggio del 2007, le autorità sanitarie europee hanno deciso di vietare la vendita dello spray.

In Svizzera, però, è ancora ammesso. Swissmedic, l'autorità per il controllo dei farmaci, voleva emanare la stessa disposizione, afferma Andres Schneider, uno degli addetti. Ma non si sa quando.


I produttori non si esprimono

Le due ditte produttrici, Ferring (Minirin) e Gebro Pharma (Nocutil), non vogliono prendere posizione sul rinvio di questa decisione.

Giacché anche le pastiglie possono causare gravi effetti collaterali, in caso di enuresi notturna, gli specialisti consigliano una terapia con calzoncini e materassini dotati di sensori che, a contatto con le prime gocce di pipì, fanno scattare un allarme.

Così il bambino impara, nel giro di qualche settimana, a controllare completamente la vescica. L'apparecchio è acquistabile nei negozi di articoli sanitari a fr. 200.-/300.-. Il noleggio è possibile presso alcuni studi medici o cliniche. Per maggiori informazioni, chiedete al vostro pediatra di fiducia.

Sonja Marti
Paola Tommasini

Impressum Design by VirtusWeb