HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 1/2008 gennaio

Nome: Scelgo io
Nato il:
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
1/2008 gennaio | pagina 12

I dolori se ne vanno, i danni al cuore arrivano
Il farmaco Celebrex può causare gravi danni alla salute

Alcuni farmaci contro i dolori reumatici possono provocare un aumento del rischio di malattie al cuore.

L'antinfiammatorio Celebrex può aumentare il rischio di malattie cardiocircolatorie. È la conclusione alla quale giungono i sei principali studi su questo farmaco. Altri inibitori Cox-2, come Vioxx e Bextra, sono già stati ritirati dal mercato perché hanno causato infarti cardiaci e colpi apoplettici.

La rivista Arzneitelegramm afferma che tutti gli inibitori Cox-2 possono portare a malattie cardiocircolatorie, quindi anche Celebrex. Il giornale sconsiglia le cure con questo farmaco. I rischi sarebbero superiori ai benefici.


Vendita autorizzata in Svizzera

Nonostante ciò, molti medici prescrivono Celebrex, l'unico inibitore Cox-2 la cui vendita è ancora autorizzata in Svizzera. Secondo Santésuisse, l'associazione delle casse malati, dopo il caso Vioxx, il giro d'affari di Celebrex si è dimezzato.

In alcune farmacie, però, nel 2007 la vendita di questo farmaco è nuovamente aumentata. Lo hanno rilevato alcune indagini della rivista Gesundheitstipp.

Johannes von Kempis, reumatologo presso l'ospedale cantonale di San Gallo, suppone che l'attenzione generale dei medici rispetto agli inibitori Cox-2 stia diminuendo.

«Attualmente non vi sono indicazioni univoche che potrebbero dimostrare che Celebrex causi più effetti collaterali di altri farmaci», sostiene von Kempis. Con questo farmaco, però, i rischi cardiocircolatori sarebbero stati analizzati meglio rispetto ad altri medicamenti come Voltaren, Brufen o Apranax.


Arriva un farmaco già ritirato in Australia

Stefan Bachmann della clinica di Valens prescrive Celebrex soprattutto a pazienti anziani sensibili ai problemi di stomaco e che non soffrono di disturbi cardiaci.

In una presa di posizione, la produttrice di Celebrex, Pfizer, sostiene che il farmaco è sicuro. Dovrebbe per questo motivo «continuare ad essere offerto come preziosa opzione di cura».

Durante il 2008, in Svizzera dovrebbero essere venduti altri due inibitori Cox-2: Prexige di Novartis e Arcoxia di Msd. Ma anche questi farmaci sono controversi.

In Australia, Prexige è già stato ritirato dal mercato per aver provocato due decessi e gravissimi danni epatici in alcuni pazienti.

L'autorità americana della salute ha perciò deciso di non rilasciare l'autorizzazione per la vendita di questo farmaco. Anche Arcoxia è sospettato di provocare disturbi cardiocircolatori con una maggior frequenza.

Gabriela Braun
Michela Salvi

Impressum Design by VirtusWeb