HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 1/2008 gennaio

Nome: Scelgo io
Nato il:
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
1/2008 gennaio | pagina 16

Vita lunga ma malandata
Cani e gatti prendono più spesso il cancro. Ma oltre la metà guarisce

La vita di cani e gatti si allunga. Aumentano però i casi di cancro. Riconoscere in tempo i sintomi è fondamentale.

Sempre più cani e gatti si ammalano di cancro. Il motivo principale sarebbero i progressi della medicina, grazie ai quali i nostri amici quattrozampe vivono sempre più a lungo, contraendo di conseguenza le malattie tipiche della vecchiaia. E i tumori maligni, purtroppo, sono più frequenti.

I cani si ammalano più spesso dei gatti, ma sovente si tratta di cancro benigno. Nei gatti, invece, di solito è più aggressivo.

Oggi è possibile guarire oltre la metà degli animali che si ammalano, oppure curarli con terapie adeguate.

La diagnosi precoce è decisiva. Se il cane o il gatto mostra sintomi sospetti (vedi sotto), portatelo subito dal veterinario. Se questi sospetta un cancro, provvederà ad esaminare i tessuti dell'animale. Se il tumore dovesse aver formato metastasi nei polmoni, nella maggior parte dei casi una guarigione è però senza speranza.

Quando possibile, i tumori sono asportati chirurgicamente. Se l'operazione è rischiosa, o se il tumore non può essere eliminato a sufficienza, l'animale viene sottoposto a raggi sotto narcosi.

La radioterapia è utilizzata soprattutto per i tumori al cervello. Per ridurre al minimo gli effetti collaterali, l'irradiamento è suddiviso in tante dosi giornaliere e distribuito su tre o quattro settimane.

A volte può essere necessaria una chemioterapia. In questo caso, tutto il corpo viene trattato con un medicamento attraverso la circolazione sanguigna che dovrebbe impedire la crescita delle cellule tumorali.


A volte è necessaria l'amputazione

Se non è possibile asportare il tumore chirurgicamente, in alcuni casi è necessario amputare le parti colpite.

Le cure possono avere vari effetti collaterali: dopo un'operazione possono formarsi gonfiori e infiammazioni. A una radioterapia, di solito segue la caduta dei peli, mentre la chemioterapia può provocare vomito o diarrea.

È difficile stabilire il motivo per cui un animale si ammala di cancro. Secondo gli specialisti, la causa è da attribuire a parecchi fattori. Importante è sicuramente l'aumento dell'età. Un altro fattore è determinato dalla razza.

Ad esempio, i cani boxer, golden retriever e dobermann si ammalano molto più spesso di tumore al cervello rispetto ad altre razze. I cani di grossa stazza si ammalano specialmente di cancro alle ossa, e spesso dieci volte più degli uomini.

Gli animali che vivono in una casa di fumatori sarebbero sottoposti a un rischio ulteriore: respirano più in fretta delle persone, e assumono particelle di fumo anche leccandosi il pelo.

Sembra che l'alimentazione giochi un ruolo secondario nell'insorgenza di un tumore. Tuttavia, si suppone che i cibi in scatola per gatti, in particolare al tonno, abbiano a che fare con lo sviluppo del cancro nella cavità orale.


Esaminate l'animale una volta a settimana

Chi vuole proteggere l'animale deve osservarlo attentamente, prendendo sul serio i sintomi che si dovessero manifestare. L'ideale è un attento esame almeno una volta alla settimana.

Badate ad eventuali ispessimenti della cute che crescono in fretta e non si spostano, composti da parti dure e molli e con contorni irregolari. Se ne doveste trovare, rivolgetevi subito al veterinario.

Le femmine di cane dovrebbero essere sterilizzate molto presto. Così, il rischio di ammalarsi di cancro alle ghiandole mammarie si riduce enormemente.

I costi di una terapia variano tra 100 e 3 mila franchi. Per ora, la radioterapia è fattibile solo all'estero, con onerosi costi di trasferta da sostenere.

Le assicurazioni per animali domestici coprono i costi per la radioterapia, che in media ammontano annualmente a fr. 500.- per il cane e a fr. 250.- per il gatto.

Sabine Rindlisbacher
Gianna Bontagnoli



Attenzione a questi sintomi

Nella maggior parte dei casi, le cause di cancro negli animali rimangono sconosciute. Per questo motivo è importante riconoscerne in tempo i sintomi tipici:
- noduli e rigonfiamenti;
- modifiche del comportamento;
- infiammazioni anomale, croniche, oppure che aumentano;
- ferite o lesioni che non si riescono a curare;
- sanguinamento o infiammazione delle narici;
- perdita di peso, inappetenza, sanguinamenti o perdite da qualsiasi orifizio del corpo;
- vomito con sangue;
- difficoltà nell'assumere cibo o nella deglutizione;
- mancanza di voglia di movimento oppure perdita di energia;
- lo zoppicare continuamente o la paralisi,
- difficoltà nella respirazione, tosse;
- difficoltà a orinare, feci nere, diarrea;
- gengive purulente, emorragie, alito pesante.

Impressum Design by VirtusWeb