HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 1/2010 febbraio

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
1/2010 febbraio | pagina 24

Un inferno per i fachiri
Buona l’elasticità dei materassi e dieci anni di vita garantiti

L’elasticità è il punto debole dei materassi in espanso. In compenso, tutti arrivano ancora in buono stato a dieci anni di vita. Lo rivela un test.
(vedi tabella versione cartacea)

Già scegliere il materasso giusto è un’impresa non da poco.
In più, scoprire se offre sufficiente benessere alla schiena e condizioni ideali per un buon sonno è davvero impossibile, anche provandolo all’acquisto.

Accanto alle necessità individuali ci sono altri criteri di qualità da considerare, come durata di vita, ergonomia e elasticità. La rivista per i consumatori K-Tipp ha esaminato secondo questi parametri dieci dei materassi più venduti in Svizzera delle dimensioni di 90 x 200 centimetri. I prezzi andavano da fr. 529.- a fr. 1’790.-. I modelli scelti per il test erano, quando possibile, di media durezza: il tipo più venduto.

Il tabù dell’elasticità
Alla fine delle varie prove, tutti i materassi sono risultati convincenti, eccetto nel criterio dell’elasticità, in cui alcuni non hanno superato la sufficienza. Il problema è che, spesso, lenzuola poco morbide tendono a limitare l’elasticità al centro del materasso.

Tra i modelli testati, tre sono riusciti ad ottenere una valutazione globale molto buona: Roviva Papillon 261, Superba Sensipur Air Dura e Riposa Grandessa medium. Il miglior rapporto prezzo-prestazione è di Happy Swisslux, che costa fr. 629.-.

I risultati relativi alla durata di vita rivelano che tutti i materassi raggiungeranno in buono stato l’età di dieci anni. Fatta eccezione per il modello Trio Superstar di Bico, risultato buono ma all’ultimo posto in questo criterio, tutti gli altri ottengono un risultato molto buono nella prova della durata di vita.

Note buone nei criteri di ergonomia ed elasticità. I materassi ideali permettono un importante infossamento della spalla quando si sta sdraiati su un fianco, sostenendo allo stesso tempo la schiena. Per questo motivo, per le persone che dormono sdraiate su un fianco, l’effetto sulla zona delle spalle è prioritario.

Il materasso non dev’essere rigido
I modelli che si sono classificati ai primi tre posti sono risultati tra i migliori anche in questo criterio.

«Il vecchio principio secondo il quale dormire su una superficie rigida fa bene alla schiena non vale più per i materassi moderni. I modelli più adatti per le persone che hanno problemi alla schiena sono infatti quelli da mediamente duri a tendenzialmente morbidi», spiega Florian Heidinger, direttore d’esame presso l’Istituto di ergonomia di Monaco.

Il test indica che i materassi di media durezza non sono adatti solo a chi pesa tra 60 e 80 chili, ma anche tra 45 e 95.

Nel 2007, K-Tipp aveva sottoposto a un test i materassi in poliuretano espanso dal prezzo compreso tra fr. 290.- e fr. 590.-. I criteri di quel test erano quasi identici a quelli dell’attuale: tre modelli avevano ottenuto un giudizio globale buono.

Solo il vincitore è ancora oggi in vendita nella stessa forma. Si tratta del materasso Micasa Sanaflex Elan (fr. 649.-).


Consigli

Voltate il materasso un mese sì e uno no

- Ogni due mesi passate il materasso con l’aspirapolvere o spazzolatelo, ma non battetelo.

- Girate il materasso ogni due mesi. Se è strutturato con zone diverse non confondete quella della testa con quella dei piedi.

- Arieggiate il materasso regolarmente, soprattutto se è appoggiato direttamente al suolo (situazione che sarebbe meglio evitare) o se la camera è molto fredda.

- I raggi Uv accelerano l’invecchiamento dei materassi in poliuretano espanso: sarebbe meglio non tenerli al sole.

- Un mollettone protegge il materasso da sudore e macchie.


I criteri del test

L’istituto specializzato in controlli sui mobili Lga Qualitest di Norimberga (Germania) ha valutato i dieci materassi in base al seguente criterio:

- Durata di vita
Il laboratorio ha fatto rotolare 60 mila volte sopra ogni materasso un rullo di 140 chili. La valutazione si è basata sulle modifiche rilevate nell’altezza e nella durezza del materasso, nonché sulla perdita di capacità ammortizzante.

L’ergonomia dei materassi è stata valutata dall’Istituto di ergonomia di Monaco secondo i seguenti criteri:

- Elasticità ammortizzante
Quanto cede il materasso dopo una sollecitazione omogenea? Come sono calibrate tra loro le zone per spalle, lombi e bacino?

- Elasticità di piegatura
Risposta del materasso alla colonna vertebrale e alla rete del letto.

- Elasticità puntuale
Risposta del materasso a forme ridotte come testa e talloni. In un secondo passo sono state esaminate le singole parti dei materassi.

- Effetto zona spalle
Il materasso permette sufficiente infossamento della spalla alla persona sdraiata su un fianco? Riesce a sostenere le spalle in modo da non farle sprofondare troppo quando la persona è in posizione supina?

- Sostegno zone anatomiche
Il materasso sostiene la forma naturale della colonna vertebrale in posizione supina?

Rolf Muntwyler, K-Tipp
Vichi Masella

Impressum Design by VirtusWeb