HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 1/2010 febbraio

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
1/2010 febbraio | pagina 30

Il medico denuncia un alcolista?
«Il mio compagno è alcolista. A sua insaputa, il medico l’ha denunciato all’Ufficio della circolazione stradale, che l’ha sottoposto a un test di guida. Il dottore ha agito correttamente?»

Sì. Il medico è vincolato dal segreto professionale, ma la legge gli impone di trasmettere alle autorità i dati dei pazienti, senza il loro accordo.

Per esempio, il medico deve denunciare il paziente che ha contratto alcune malattie contagiose, come ad esempio la febbre gialla, la meningite, il vaiolo o la tubercolosi.
Quindi, se un medico ritiene che un suo assistito rappresenti un pericolo per il traffico stradale, può denunciarlo. Alcolisti e tossicodipendenti rischiano quindi il ritiro della licenza di condurre.


La vicina può vietarmi il passaggio?
«La mia vicina mi ha vietato di usare il sentiero che attraversa il suo terreno. Eppure mi aveva autorizzato a farlo con un contratto. Devo accettare il divieto?»
No. Contro la vicina potrebbe imporre il diritto di passo in via giudiziaria.

Il contratto è valido solo nei confronti della proprietaria attuale e non per un futuro acquirente del terreno.

La situazione sarebbe diversa se il diritto di passo fosse iscritto al Registro fondiario. Continuerebbe a goderne anche in caso di vendita del terreno.


Posso prelevare la previdenza per la casa?

«Cinque anni fa ho acquistato un appartamento con una parte del capitale di cassa pensione. Ora vorrei affittarlo e acquistarne un altro. Posso prelevare ancora il mio secondo pilastro?»

No. I prelievi dalla cassa pensione e dai conti di terzo pilastro sono possibili solo per proprietà d’abitazione personale.

Per un breve periodo transitorio di un anno al massimo, un appartamento può però essere affittato. Per un periodo più lungo, l’anticipo per l’acquisto va restituito alla cassa.
Ma a dipendenza dell’età e dell’avere previdenziale sul conto, può effettuare un nuovo prelievo. Fino a 50 anni, è possibile prelevare l’intero capitale per l’acquisto della casa di proprietà.

Poi si può prelevare al massimo la prestazione di libero passaggio alla quale si avrebbe avuto diritto dai 50 anni, oppure la metà della prestazione al momento del prelievo.


Mio figlio sarà cittadino svizzero?
«Sono una svizzera residente in provincia di Como e sposata con un italiano. Tra poco diventerò mamma: mio figlio acquisirà anche la cittadinanza elvetica?»

Sì. La Svizzera applica il cosiddetto “ius sanguinis”, ovvero l’acquisizione della cittadinanza per discendenza paterna o materna1.

Per le formalità pratiche, può rivolgersi al consolato generale di Svizzera a Milano**.


*www.is.gd/64tav
**Il consolato si trova in via Palestro 2, Tel: 0039 02 77 79 161.

Impressum Design by VirtusWeb