HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 3/2011 aprile

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
3/2011 aprile | pagina 16

Per i tuoi larghi occhi...
Il volume delle ciglia aumenta, ma alcuni mascara contengono tracce di una sostanza cancerogena

Donare ciglia voluminose è la promessa dei fabbricanti di mascara. Un test su dieci prodotti dimostra che ci sono grandi differenze.
(vedi tabella versione cartacea)

"Tutto quel che ricordo di te... sono i tuoi occhi chiari", cantava De Andrè.

Il mascara è uno dei cosmetici per il trucco più importanti per le donne. L'esperienza personale e i propri gusti giocano un ruolo fondamentale durante l'acquisto, e le preferenze riguardanti lo spazzolino giusto e lo spessore delle setole sono diverse. Sul colore, invece, c'è unanimità: quello preferito è il nero, che dovrebbe rendere gli occhi più grandi e splendenti.

Due prodotti sono molto buoni
La rivista per i consumatori Saldo ha voluto sapere se il mascara, oltre a rendere più belli gli sguardi, ha effetti sulla salute.

Un altro criterio di valutazione del test è stato il seguente: quale dei prodotti mantiene le sue promesse e crea davvero un volume "magic", "extra", "super", "colossal" o addirittura un "explosive"? Per scoprirlo, Saldo ha spedito in laboratorio dieci diversi mascara volumizzanti solubili in acqua, acquistati presso grandi distributori, negozi discount o drogherie.

Il risultato buono è stato il seguente: al contrario di test precedenti, in nessuno dei campioni è stata trovata N-nitrosodietanolammina (NDELA), una sostanza cancerogena. La formaldeide e i suoi derivati sono stati trovati soltanto in tre campioni, ma in tracce innocue per la salute (vedi "I criteri del test").

«Stiamo cercando di identificare la fonte delle tracce di formaldeide contenute nel Mascara Big & Beautiful per poterne ridurre la quantità in futuro e possibilmente eliminarla del tutto», afferma Anita Linster di Astor.

L'industria ha sempre molto da imparare. Ma per quanto riguarda le sostanze nocive ricercate, tutti e dieci i prodotti possono essere utilizzati senza problemi.

Un volume di quasi dieci volte superiore
Il risultato dell'esame del volume è stato meno uniforme. Le ciglia, quando sono truccate, sembrano più lunghe perché ne sono messe in evidenza le punte, spesso più chiare. Per misurare quanto volume regalano i mascara alle ciglia, è stato effettuato un esame tecnico con il laser.

Il risultato è sorprendente: il volume generato dal mascara varia dal 68% nel caso del prodotto naturale, al 966% per Extra Volume Collagen+.
Mentre il rimmel di L'Oréal riesce ad aumentare il volume di quasi dieci volte, il prodotto più costoso, Volume di Sante, riesce appena a tingere le ciglia malgrado sulla confezione sia pubblicizzata una "nuova formula per più volume".

«Dato che siamo produttori di cosmetici naturali non usiamo sostanze sintetiche, perciò l'effetto volume dei nostri mascara è minore rispetto a quello dei prodotti convenzionali. Il risultato è più limitato quando si lavora con materie naturali», dice Heiko Patzer, direttore di ricerca presso Logocos, la ditta produttrice di Sante.

E che cosa dice la ditta Beiersdorf? Del suo mascara Nivea Beauté Nanodefinition pubblicizza una "massimizzazione del volume del 300%", ma nel test raggiunge soltanto un aumento del 159%. Il proprio metodo di misurazione con microscopio e computer avrebbe calcolato un aumento medio del 307%, come dice Daniel Münster di Beiersdorf, che non riesce a spiegarsi la differenza con le misurazioni di Saldo.



I criteri del test

Un laboratorio tedesco ha determinato l'aumento del volume tramite test in vitro. Per eseguirli, sono stati utilizzati capelli asiatici non trattati che hanno proprietà simili a quelle delle nostre ciglia. Per ogni prodotto è stato misurato, con una tecnica al laser, l'aumento del volume prima e dopo diverse applicazioni su 30 singoli capelli. Il voto "molto buono" è stato assegnato a un aumento superiore al 400%; "buono" superiore al 200% e "sufficiente" se l'aumento è stato inferiore al 200%.

Un altro laboratorio tedesco ha determinato se nei diversi prodotti erano contenute le seguenti sostanze:

- Formaldeide: si tratta di un conservante che può nuocere alle vie respiratorie e causare il cancro. È un forte allergene. Ciononostante, nei cosmetici ne è permessa una quantità massima dello 0,2% (2'000 mg/kg).

- N-nitrosodietanolammina (NDELA): fa parte delle nitrosammine cancerogene. La N-nitrosodietanolammina è generata quando certe sostanze contenute reagiscono tra loro, oppure è contenuta in materie prime contaminate. I cosmetici non possono contenere una quantità di N-nitrosodietanolammina superiore a 10 mg/kg.

Gertrud Rall, Saldo
Anja Rosebrock

Impressum Design by VirtusWeb