HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 4/2011 luglio

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
4/2011 luglio | pagina 32

Niente iPod a scuola: divieto ammissibile?
«Il docente di nostro figlio di dieci anni vieta agli allievi di usare telefonini, Mp3-Player e iPod durante le lezioni e le ricreazioni. È permessa una tale ingerenza?»

Sì. Le scuole possono imporre queste regole.

Se gli allievi sono indisciplinati, è ammissibile anche il ritiro dei telefonini in aula, che saranno riconsegnati al termine delle lezioni.

A dipendenza del regolamento scolastico o delle disposizioni dell'autorità scolastica, telefonini, riproduttori Mp3, iPod eccetera sono vietati anche sull'intera area dell'istituto scolastico. Quindi nel piazzale dove si svolgono le ricreazioni.


Il diritto di passo non è valido per figli e ospiti?

«Il viale d'accesso alla mia casa attraversa il terreno del vicino, sul quale ho un diritto di passo. Ora il vicino sostiene che i miei figli e gli ospiti non possono percorrerlo. Ha persino posato alcune fioriere ai bordi della strada. Devo accettare tutto questo?»

No. Il permesso di usare il viale d'accesso vale anche per i suoi figli e gli ospiti.

Inoltre, il suo vicino non può limitare il suo diritto di passo. Pertanto deve potare la siepe, i cespugli e i rami che invadono la strada e spostare le fioriere in modo che non ostacolino l'uso del viale.


Contratto di cura fino alla morte di mia madre?

«Mia madre è gravemente ammalata e bisognosa di cure. Siccome desidera restare a casa fino alla sua morte, vorrei assumere qualcuno che si occupi di lei. Posso stipulare un contratto di cura che termini il giorno del suo decesso?»»

No. Siccome non si può prevedere quando sua madre morirà, lei dovrà stipulare con l'assistente di cura un contratto di lavoro di durata indeterminata, che può essere sciolto con una normale disdetta.
Può però stabilire il preavviso minimo di disdetta di un mese. In tal caso, quando sua mamma morirà, lei non dovrà continuare a pagare l'assistente per troppo tempo.


Cena annullata: si deve pagare il ristorante?

«Abbiamo prenotato in un ristorante un tavolo per una cena di 14 persone, concordando il menù. La cena è stata però disdetta all'ultimo momento e il gerente pretende il pagamento delle spese per la cena e un risarcimento per le bevande non consumate. Ha ragione?»

In linea di principio sì. Le sue pretese sono valide solo se quella sera non è riuscito a occupare i tavoli con altri clienti.

In questo caso, il gerente può pretendere il pagamento delle spese per il pasto, il prezzo dei 14 menù e una determinata cifra per le bevande non consumate.

Non può però chiedervi un risarcimento per gli alimenti conservati.


Devo pagare le tasse di ricezione?

«Ho fatto sigillare il collegamento via cavo da Cablecom e guardo la tv digitale attraverso la linea telefonica. Billag può continuare a fatturarmi le tasse di ricezione?»

Sì. Billag incassa le tasse di ricezione quando in casa ci sono apparecchi radio o tv funzionanti.

Per il conteggio fa stato il fatto che si abbia o meno la possibilità di ricevere programmi radio o tv. Non importa in che modo lo si faccia.

Le tasse Billag sono dovute anche quando, ad esempio, si è muniti di antenna, di satellite o si guarda la tv attraverso il cavo del telefono. E anche se si ricevono programmi radiofonici attraverso un'antenna in auto.

Impressum Design by VirtusWeb